Serie A, Galli (ospedale Sacco): «Protocollo Covid non funziona»

stadi serie a
© foto Db Reggio Emilia 09/03/2020 - campionato di calcio serie A / Sassuolo-Brescia / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: controlli Coronavirus Covid 19 termoscanner

Serie A, il commento del responsabile del reparto di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano. Il protocollo non funziona

Intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo, Massimo Galli – responsabile del reparto di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano – ha commentato la situazione Covid in Serie A.

LEGGI ANCHE – Serie A, un piano contro il Covid: allargamento delle liste over 22. Le ultime

Nel mirino ci finisce in particolar modo il protocollo adottato dal calcio, che non funzionerebbe secondo Galli. «In questi momenti il protocollo del calcio non regge: anche perché alle volte ho la sensazione che ci sia un utilizzo di comodo della norma. L’intervento delle Asl è inevitabile ed è stabilito dal decreto vigente. Se il derby di Milano è a rischio? Mi aspetto di tutto, con una situazione che potrebbe coinvolgere la Asl di Milano. I contatti dovrebbero essere quarantenati e quindi l’intera squadra dovrebbe essere quarantenata».