Serie A in crisi: l’aiuto arriva da un fondo

Coronavirus Serie A
© foto www.imagephotoagency.it

Lo stop ai campionati di calcio crea un danno economico vicino ai 700 milioni di euro. Gravina: «Rinegoziare i contratti e mutualità interna»

Il calcio è un’industria e come tale lo stop alla Serie A ha causato ingenti predite. Stesso discorso vale per gli altri campionati e al momento si stima che il danno potrebbe aggirarsi attorno ai 700 milioni di euro nel caso di stop definitivo.

Il presidente FIGC Gabriele Gravina ha sottolineato l’emergenza e i passi necessari: «Stiamo presentando il problema anche in governo, al quale chiederò una sorta di riconoscimento di forza maggiore, per far sì che ci possa essere anche la possibilità di rinegoziare alcuni contratti per creare un sistema di mutualità interno. Noi dobbiamo anche dare un segnale di capacità di autosostentamento e solidarietà interna, prima di potersi rivolgere all’esterno. I danni della UEFA sono stati rappresentati a grandi linee, ma sappiamo che esiste anche un fondo che si può utilizzare in questi casi. Anche su questo tema la UEFA sta organizzando un gruppo di lavoro per analizzare il danno economico-finanziario legato allo spostamento dell’Europeo».