Serie A, ritiri da incubo: «I dipendenti dei club saranno il personale degli hotel»

sampdoria ritiro ac hotel
© foto TripAdvisor

Le squadre di Serie A si preparano ad andare in ritiro, il dott. Castellacci: «Si richiedono fortezze antivirus, ma il rischio zero non esiste»

La Serie A si prepara a riprendere la preparazione, in vista di una possibile conclusione della stagione sul campo. Dal 4 maggio, le squadre organizzeranno ritiri “blindati” con tutte le precauzioni del caso: «Si richiedono venti cittadelle a parte, vere e proprie fortezze antivirus», ha dichiarato il dottor Enrico Castellacci, ex medico della nazionale italiana, a La Gazzetta dello Sport. 

«Quante società possiedono dei centri sportivi con annesse foresterie per 40-50 persone? Perché non ci sono soltanto i giocatori, in isolamento dovranno restare coloro che con varie mansioni lavorano in una squadra. Se ci si sistemerà in un albergo, il personale dell’hotel dovrà essere allontanato, i servizi dovranno essere garantiti dai dipendenti dei club. Il rischio zero comunque non esiste», ha chiosato Castellacci.