Serie A mondo privilegiato: in arrivo tamponi e test sierologici per tutti

tampone coronavirus
© foto Twitter

Serie A, un mondo privilegiato: in arrivo tamponi e test sierologici per tutti i calciatori (e non solo) prima della ripresa della preparazione

La Serie A è pronta a riprendere la preparazione, ma tra le polemiche. Già, perché nelle 96-72 ore prima di cominciare i ritiri “blindati” – svela La Gazzetta dello Sport – tutti i calciatori, lo staff e il personale dei club saranno sottoposti a visite accurate, con tanto di tamponi e test sierologici per tutti, allo scopo di creare un gruppo “negativizzato” e minimizzare il rischio di nuovi contagi.

Tutto questo, ovviamente, creerà un grande problema di disuguaglianza sociale: migliaia di italiani con sintomi non hanno mai avuto la possibilità di sottoporsi a tampone, mentre la Serie A può permettersi di effettuarne un numero esorbitante a pagamento. Inoltre, per i medici sociali si porrà anche un bel dilemma in termini di etica professionale: in una situazione tragica a livello sanitario, infatti, si sfrutteranno percorsi privilegiati per fornire test a persone che non hanno neanche i sintomi da Coronavirus. Il Codacons ha già mostrato il suo disappunto e annunciato provvedimenti, ma finora tutto sembra poter filare liscio.