Connettiti con noi

Blucerchiati in prestito

La Gumina: «Alla Sampdoria non era semplice. Giocare poco non fa per me»

Pubblicato

su

Antonino La Gumina, attaccante del Como ma di proprietà blucerchiata, ha parlato del suo momento e della Sampdoria

Passato al Como nell’ultimo mercato ed autore di un gol e di una buona prestazione nella sfida con il Brescia, Antonino La Gumina ha rilasciato un’intervista in cui ha parlato anche del periodo alla Sampdoria, squadra che detiene il cartellino dell’attaccante. Le sue dichiarazioni a laprovinciadicomo.it.

SAMPDORIA – «Non era semplice. E’ bello allenarsi insieme a grandi giocatori, questo sì. Io personalmente ho lavorato tanto, ogni volta come se avessi dovuto giocare. Poi il mister faceva le sue scelte, e alla fine non conta la categoria, non è stato quello che volevo, perché giocare così poco non fa per me. Ho scelto la proposta del Como per questo, per poter giocare, per poter dare tutto quello che posso. E ho fatto benissimo, perché l’accoglienza ricevuta da questo gruppo non è una cosa che si trova dovunque. Sono qui per riscattarmi, ma quando si trova un ambiente così positivo aumenta anche tanto la voglia di darsi da fare per il gruppo, per la squadra. Si vive tutto insieme, è molto bello. E poi, a Como non ero mai stato, e ho scoperto un posto migliore di quello che mi aspettavo».

GOL – «Io sono felicissimo di aver segnato, la rete manca sempre a un attaccante. Ma la vera gioia è essere riusciti tutti insieme a ottenere questo successo, specialmente dopo essere stati rimontati due volte di seguito. Un segnale di compattezza mentale importante. Ma si sentiva, si vedeva quanta voglia avevamo. E comunque l’abbiamo detto sempre, l’importante era continuare a costruire, a martellare, a creare occasioni, e prima o poi i gol sarebbero arrivati. Per esempio, abbiamo avuto già tre rigori a favore in sette partite, non è poco. E’ proprio il segno che in area ci arriviamo tanto».