Silvestre da record: baluardo difensivo e “chioccia” di Skriniar

© foto www.imagephotoagency.it

Spesso elogiamo i giovani ragazzi per la loro crescita, ma non dobbiamo dimenticarci di chi ha permesso loro di maturare e migliorare. In difesa, Matias Silvestre ha “cresciuto” Skriniar e ha collezionato numeri importanti

Capita spesso, è inevitabile guardando i ragazzi della Sampdoria, di soffermarci a elogiare la crescita e la maturazione dei più giovani. Quando un talento esplode però non è sempre e solo merito del ragazzo che, con dedizione e impegno, ha saputo migliorarsi. Spesso è anche merito di chi ha saputo stargli affianco, fargli capire come muoversi e dargli quella sicurezza di poter giocare senza paura di sbagliare. Matias Silvestre è stato tutto ciò per Milan Skriniar: una “chioccia” che ha dato solidità difensiva, permettendo al giovane difensore di maturare e prendere coscienza dei suoi importanti mezzi. Lo ha detto lo stesso Skriniar a margine di molte interviste post partita, Silvestre è stato un punto di riferimento importante nella sua maturazione. Lo dicono anche i numeri che, soprattutto per chi è appassionato di Fantacalcio, fanno nettamente la differenza. Analizzando i voti presi, al netto di solo due episodi negativi in ventinove partite di campionato, salta subito agli occhi che Silvestre è sinonimo di costanza.

I NUMERI: INIZIO FOLGORANTE, FLESSIONE CHE NON INTACCA LA MEDIA – L’inizio del difensore blucerchiato è stato folgorante. Dividendo ipoteticamente le partite già disputate in gruppi da dieci gare possiamo valutare il rendimento di Silvestre nelle varie fasi del campionato. Vi anticipiamo già una cosa: è un giocatore che al Fantacalcio può veramente fare la differenza. Le prime nove partite, a prescindere dai risultati maturati sul campo dalla Sampdoria, hanno visto Silvestre sempre sopra la sufficienza in pagella. Rovina un pochino la media, ferma sul 6.1, la decima giornata dove viene valutato 4,5 (5 voto parziale più il malus per l’ammonizione). Il secondo gruppo di partite, dalla undicesima alla ventesima, vede una piccola flessione per la presenza di tre insufficienze che vengono però compensate dalla 14.a e 15.a giornata in cui Silvestre ottiene un sette e un otto in pagella. Calcolando nuovamente la media dei voti ottenuti nelle otto partite disputate (è assente sia nella 17.a che nella 20.a) Matias conferma la sufficienza (6.1). La costanza però si vede andando ad analizzare l’ultima parte di campionato ad oggi disputato: vediamo dalla 21.a alla 29.a gara. In questo gruppo di partite troviamo solo due insufficienze su nove gare disputate e, nuovamente, una media punti costante sulla sufficienza. Chiaramente il campionato non è ancora terminato e determinanti saranno le ultime gare di questa stagione, ma fino ad oggi possiamo affermare senza dubbio che Silvestre è il vero baluardo difensivo. Non solo, come un metronomo, porta sempre a casa la sua ottima prestazione ma permette a chi gli gioca accanto di avere la sicurezza necessaria per lavorare bene, maturare e crescere come ha fatto Skriniar.