Silvestre e Skriniar: la coppia ammazza-Belotti

belotti torino
© foto Db Torino 16/01/2017 - campionato di calcio serie A / Torino-Milan / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Andrea Belotti

Belotti a secco contro la Samp sia all’andata che al ritorno: solo due squadre sono riuscite nell’impresa in questa stagione

Fiuto del gol e qualità da vendere, ma soprattutto un ruolino personale che parla di ben 25 gol segnati in questo campionato. A pari merito con Edin Dzeko, Andrea Belotti è finora il bomber più prolifico della Serie A 2016-17, ma non sempre risulta infermabile. Sabato sera il Torino ha incontrato la Sampdoria e, nonostante le numerose occasioni create, ha sprecato molto e sbagliato sotto porta; soprattutto, però, il Gallo è stato fermato da una prestazione a dir poco sontuosa della coppia centrale blucerchiata, formata dagli insostituibili Matìas Silvestre e Milan Skriniar, veri protagonisti della gara. I due, a fine partita, hanno ricevuto anche i complimenti di mister Giampaolo, e sono riusciti nell’impresa di non prendere neanche un gol da Belotti (complice anche un po’ di fortuna), che segna con una frequenza mostruosa. Peccato solo per la sbavatura di Regini, perché la difesa – fino a quel momento – aveva tenuto botta con grande solidità di fronte alle incursioni dei granata. E c’è di più: la coppia difensiva della Samp, non solo è riuscita a fermare sabato il centravanti del Toro, ma anche nel match di andata (Sampdoria-Torino del 4 dicembre scorso, vinto 2-0 dai padroni di casa). Un’impresa, quella di annullare Belotti in due gare su due, che è riuscita solamente a due squadre finora: si tratta di Chievo e Lazio, anche se i primi gli hanno concesso di mettere ugualmente lo zampino nel risultato con un assist. Le prossime giornate metteranno la Samp di fronte proprio a queste due compagini, e vedremo se gli attaccanti blucerchiati saranno in grado di segnare ugualmente.

Articolo precedente
torreira sampdoriaDa Fernando a Torreira: più qualità e meno falli a centrocampo
Prossimo articolo
muriel sampdoriaSamp, emergenza attacco: è tutto nelle mani di Muriel