Spal, Mattioli: «Ci possiamo salvare, ce la giocheremo»

Petagna Paloschi spal
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Spal annuncia battaglia in vista della ripresa del campionato di Serie A: «Trentasei punti sono ancora tanti e ci possiamo salvare»

Il presidente della Spal Walter Mattioli annuncia ai microfoni di Rai Radio Uno un finale di stagione combattuto. Se il campionato di Serie A 2019/20 riprenderà, la squadra biancazzurra farà il possibile per tentare di salvarsi.

ALLENAMENTI – «Pur avendo seguito le indicazioni del protocollo e quelle fornite dal nostro staff medico le responsabilità sono tante ed è anche molto pericoloso. Abbiamo deciso di aspettare e rispettare quanto scritto nel protocollo. I nostri calciatori hanno effettuato le visite in questi giorni e siamo in attesa delle nuove disposizioni per riprendere gli allenamenti collettivi. Fino a che non arrivano i miei ragazzi continueranno ad allenarsi individualmente. Siamo pronti, ma coscienti della situazione. Nutro ancora dubbi sulla possibilità che si possa riprendere il 13 giugno».

RITIRO – «Siamo pronti anche per quello. Abbiamo un hotel in centro a Ferrara che ci ospita abitualmente durante il campionato. Ora è libero e a nostra disposizione. Ci trasferiremo lì con un gruppo di circa sessanta persone che hanno fatto già le visite mediche. Avremo a disposizione sessanta stanze dove tutti potranno mangiare e dormire singolarmente. Abbiamo anche un centro sportivo che ci permette di lavorare in piena sicurezza».

CHIUSURA ANTICIPATA E RETROCESSIONE – «Non siamo pronti ad accettare una situazione tipo quella della Francia. Siamo pronti a dare battaglia. Ricorreremo presso i tribunali sportivi. Lo stesso penso farà la Federazione. Vediamo cosa succede nelle prossime settimane. Trentasei punti sono ancora tanti e ci possiamo salvare, anche perché come mentalità siamo abituati a disputare finali di campionato importanti. Ci siamo salvati sempre nelle ultime giornate e pensiamo di potercela fare, più di altre società. Se torneremo in campo, ce la giocheremo. Sono sicuro che faremo un grande finale di campionato perché la nostra mentalità è lottare fino alla fine».