Connettiti con noi

Avversari

Spezia, Felugo: «Italiano nel nostro futuro. Bisogna sfoltire la rosa»

Pubblicato

su

Felugo, consigliere con delega al mercato dello Spezia, ha fatto il punto nel pre partita contro la Sampdoria

Maurizio Felugo, nuovo consigliere con ampie deleghe in relazione all’area tecnico-sportiva dello Spezia, ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel pre partita contro la Sampdoria.

POBEGA – «I giocatori forti è sempre meglio averli, quindi vediamo un po’ cosa sarà nel futuro».

DIRIGENTE – «È una prima partita anche per me, sono contento di questa opportunità. Lo Spezia è una squadra rognosa, organizzata, fotocopia del nostro allenatore e siamo contenti di quello che sta facendo. Mi auguro di metterci lo stesso impegno che ho dedicato al mio sport, i risultati ottenuti sono stati la conseguenza. Quando un’atleta capisce che è il momento di smettere inizia la vita reale, prima ho fatto il dirigente nella pallanuoto e ora sono nel calcio. Quello che posso trasferire è quello che ho imparato sia in acqua che fuori. Ho da imparare, ma non ho grandi timori solo voglia di cominciare».

MERCATO – «La rosa dello Spezia è troppo ampia: 35 giocatori non fanno lavorare serenamente l’allenatore. Quindi bisogna iniziare a sfoltire, si potranno verificare diverse opportunità sul finale. Chi ha giocato ha un’identità precisa, non è facile calarsi subito nella parte di chi deve soffrire per salvarsi. Tempo è poco e le scelte dovranno essere fatte con intelligenza».

ITALIANO – «Penso che non abbiamo ancora l’idea del mondo Serie A, dobbiamo nello stesso tempo impegnarci per rimanerci, impegnare da chi lo ha fatto prima di noi tipo il Sassuolo. Il cardine è Vincenzo Italiano che va in campo con i suoi atleti e noi abbiamo trovato uno che farà parlare tanto di sé. Lui vuole restare allo Spezia e ha un contratto».

Advertisement
Advertisement

News

Advertisement