Tabarez ammette: «Seguiamo Torreira». E ora vale 50 milioni

Torreira
© foto www.imagephotoagency.it

Tabarez conferma: «Seguiamo Torreira: un centrocampista come lui non si vede spesso». Intanto in Uruguay quantificano il valore del cartellino

La crescita di Lucas Torreira, in questa anno e mezzo di Sampdoria, è sotto gli occhi di tutti: il ragazzino che doveva fare da rincalzo a Cigarini la scorsa stagione ha dapprima soffiato il posto da titolare all’ex Atalanta, e poi si è imposto all’attenzione di tutta la Serie A sfoderando prestazioni sempre più convincenti, fino a diventare un pezzo pregiato del calciomercato nazionale ed internazionale. L’unico che sembrava non essersi accorto dei progressi del mediano blucerchiato era Oscar Tabarez, ct della Nazionale uruguagia. Le notizie trapelate negli scorsi giorni dal Sudamerica, tuttavia, volevano che il numero 34 della Samp fosse finito finalmente nei radar del selezionatore della Celeste.

Una notizia, questa, confermata dallo stesso commissario tecnico, una vera e propria istituzione in Uruguay. Intervistato dal quotidiano La Oral Deportiva, l’allenatore ha ammesso di seguire Torreira, complimentandosi con il centrocampista per la velocità con cui si è imposto nel calcio italiano: «Io vedo le sue statistiche: un giocatore di 21 anni che è partito per l’Italia da giovanissimo e che arriva in una squadra come la Sampdoria, fa parte della prima squadra e da tempo ed è un titolare fisso, è qualcosa di raro. Abbiamo iniziato a seguirlo, come facciamo con molti altri giocatori i cui nomi non sono stati resi noti».

Intanto, a conferma della Torreira-mania scoppiata in Uruguay, il nome del mediano è rispuntato anche su Ovacion, rubrica sportiva che qualche tempo fa si era preoccupata proprio di sponsorizzare il classe ’96 in ottica nazionale: secondo la testata giornalistica, il valore del numero 34 doriano si aggirerebbe intorno ai 50 milioni. Moltissimi, se si pensa soprattutto al fatto che per giugno penderà una clausola rescissoria di 25 milioni sul suo destino. La Sampdoria può dunque gongolare, ma dovrà stare attenta alle offensive dei grandi club in estate: vendere questo giocatore a 25 milioni significherebbe davvero regalarlo.