Taglio stipendi Sampdoria, respinta la prima proposta di Ferrero: la situazione

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Taglio stipendi Sampdoria, i giocatori respingono la prima bozza proposta da Ferrero. Si continua a lavorare a oltranza per una soluzione

È ancora lontano l’accordo per il taglio stipendi in casa Sampdoria. L’edizione odierna de Il Secolo XIX fa sapere come i giocatori blucerchiati abbiano respinto la prima proposta del presidente Ferrero, ovvero tagliarne una parte e spalmare l’altra.

La bozza prevedeva due opzioni, in base alla ripartenza o allo stop definitivo del campionato. Nel primo caso, taglio delle mensilità di marzo e aprile, con mezzo mese che rientrerebbe nelle tasche dei giocatori come bonus salvezza a fine stagione. E maggio-giugno da corrispondere comunque entro il dicembre 2020 nel rispetto delle normative federali e tutelando quindi eventuali blucerchiati a scadenza o ceduti nella prossima finestra di mercato. La trattativa, quindi, è tutt’altro che conclusa e si continuerà a lavorare.