Thorsby alle prese col Coronavirus: «Resistenza diminuita e dolori muscolari»

thorsby Coronavirus
© foto www.imagephotoagency.it

Thorsby lotta con il Coronavirus: «Resistenza diminuita e dolori muscolari, ma sta andando abbastanza bene»

Morten Thorsby si è confidato con il Leeuwarder Courant dopo questi primi giorni di quarantena. Il centrocampista della Sampdoria accusa qualche sintomo dopo aver contratto il Coronavirus: «Sta andando abbastanza bene. Ho mal di testa, un po’ di febbre e qualche dolore muscolare: sintomi da influenza lievi. È più fastidioso stare a casa, perché non si può uscire. Il virus è stato trovato in nove giocatori della Sampdoria e siamo tutti in quarantena. Il club si occupa della spesa».

La situazione a Genova è più tranquilla rispetto a quella in altre città italiane: «C’è meno caos che nel Nord Italia, la gente lotta davvero lì. Nessuno sa come andrà a finire. Fortunatamente, le misure adottate dal Governo sono seguite con grande rigore dagli italiani. Perlomeno adesso. All’inizio era un problema – ricorda il norvegese – perché qualche settimana fa molti non ascoltavano. C’erano persone che uscivano e dovevano essere messe in quarantena. Abbiamo visto tutti quanto velocemente si è diffuso il virus».

Fino a che il campionato non riprenderà, i giocatori blucerchiati dovranno tenersi in forma: «Abbiamo ricevuto un programma individuale dal club, lo comincerò prossima settimana. Ho notato che la mia resistenza è diminuita un po’ questa settimana. Devo stare attento in allenamento, nonostante sia giovane e, in quanto atleta top level, abbia una grande capacità polmonare», ha concluso Thorsby.