Torino, Giampaolo allontana l’esonero: «Ma siamo sotto a un treno»

© foto www.imagephotoagency.it

Torino, Giampaolo salva la panchina ma non è ancora sicuro della conferma e tra tre giornate arriva la Sampdoria

Tra due giornate, dopo Cagliari e Bologna, la Sampdoria si troverà davanti il Torino di Marco Giampaolo. Ma l’ex tecnico blucerchiato potrebbe non essere più sulla panchina della squadra granata. Molto diranno le prossime sfide, sebbene i tre punti conquistati contro il Genoa siano il primo mattone verso la sua permanenza. Giampaolo però non si fa illusioni, come precisa al termine del match vinto contro il Genoa.

LEGGI ANCHE – Dal Genoa al Genoa: Giampaolo salva la panchina

«Ho la semplicità di dire le cose come stanno ai miei calciatori. È un rapporto schietto. Non è facile avere un certo atteggiamento dopo le ultime partite, psicologicamente è tutto in salita. È una partita giocata con fede da parte dei giocatori, significa che qualcosa di serio e diretto nel nostro rapporto c’è, altrimenti la squadra ti abbandona. Le mie sensazioni nei confronti di questi calciatori sono sempre state positive: i gruppi si costruiscono attraverso le difficoltà, che devi saper superare da squadra. Siamo ancora sotto ad un treno. Ma la credibilità la devi costruire un passo alla volta, stando uniti come squadra. È difficile venire fuori da certe situazioni, se non hai fede rischi di abbandonarti. La squadra ha avuto un atteggiamento positivo, come l’ha avuto nelle scorse partite, anche se siamo stati penalizzati dagli episodi».