Torreira, parla il padre: «Spero che continui alla Sampdoria»

torreira sampdoria
© foto Valentina Martini

Ricardo Torreira sul futuro del figlio: «Vuole essere corretto con la Samp, io spero continui a Genova»

Lucas Torreira è certamente uno dei pezzi pregiati prodotti dalla Sampdoria di Marco Giampaolo ed è ormai ambito da diversi top club italiani ed esteri. Il padre, Ricardo, intervenuto dall’Uruguay ai microfoni di Radio CRC, ha parlato così del suo futuro: «E’ il suo agente che si occupa di queste cose ed è in contatto con Ferrero. Lucas vuole essere corretto nei confronti della Sampdoria e per questo preferisce non parlare di quelle che al momento sono solo ipotesi. Pensa solo al Mondiale e alla Sampdoria, perché vorrebbe chiudere la stagione con un piazzamento in Europa. In questa fase si dicono tante cose, ma la verità è che bisogna aspettare giugno per capire come andrà il mercato. Napoli non è la priorità – spiega – ci sono altre squadre interessate a Lucas e ascolteremo tutte le offerte. Il Napoli non è avanti alle altre, ma lo ascolteremo».

Quando gli viene chiesto quale scelta preferirebbe per il figlio, lui opta per una permanenza a Genova: «Mi auguro che possa continuare a giocare nella Sampdoria, ma il calcio è imprevedibile. Il campionato italiano è stato bello e combattuto. Il Napoli ha fatto bene, ma dopo la sconfitta con la Fiorentina si è allontanato dalla Juventus e adesso è difficile recuperare». Dopo la prima convocazione, il premio finale per una stagione ad alti livelli potrebbe essere la partecipazione ai prossimi Mondiali in Russia, dove anche Ricardo sarà presente, in qualità di radiocronista: «Mio figlio ha disputato una stagione eccellente grazie al lavoro svolto prima con Oddo e poi con Giampaolo, che lo hanno impiegato in una posizione di campo in cui riesce ad esprimersi al meglio. Bisognerà attendere il 14 maggio per sapere se Lucas riceverà la chiamata della Nazionale. Ci sarà una prima selezione e poi la scrematura finale, e ovviamente spero che mio figlio possa partecipare al Mondiale».