Torreira da standing ovation: un piccolo gigante

Torreira Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Torreira ha messo in campo l’ennesima prestazione superlativa: il pubblico gli tributa una standing ovation meritatissima

Lucas Torreira è un piccolo gigante. In mezzo al campo è lui a dettare legge, anche quando si trova in mezzo a giocatori fisicamente più prestanti: un gigante, perché non conta l’altezza quando c’è il talento. L’ennesima prestazione superlativa, fatta di interventi decisivi sia in senso offensivo sia difensivo, è arrivata con la sfida contro il Milan. Al termine della partita, che per lui è arrivata con il cambio nei minuti di recupero, il pubblico blucerchiato si è alzato in piedi cominciando ad applaudirlo. Standing ovation meritatissima per un giocatore che è diventato imprescindibile nell’economia di gioco della Sampdoria. Un intervento in particolare ha impressionato: davanti alla porta difesa da Puggioni, in mezzo a tre maglie rossonere impegnate a calciare il pallone oltre la linea, il centrocampista si è fatto varco togliendo la sfera dalla disponibilità degli avversari. Ha provato anche ad andare al tiro, nel primo tempo, con un missile da fuori area che purtroppo si è spento a lato del palo. Questa non è l’unica partita che ha messo in luce il talento dell’uruguaiano: dal Benevento al Milan, ogni singola prestazione è stata migliore di quella precedente. Non resta che vedere cosa metterà in campo nel match contro l’Udinese, prossima sfida sul cammino della squadra allenata da Marco Giampaolo.