Tre vantaggi e tre rimonte: i cali di attenzione danneggiano la Sampdoria

Iscriviti
sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Nel campionato 2020/21 la Sampdoria è passata per tre volte in vantaggio e per tre volte si è fatta rimontare dagli avversari

Benevento, la più brutta. Genoa, la più sofferta. Bologna, concorso di colpa tra difesa e avversari. Tre partite, tre vantaggi, tre rimonte e due sconfitte. Tutte al Ferraris, sebbene il fattore campo rilevi poco dato che i tifosi non possono più spostare gli equilibri delle partite della Sampdoria.

LEGGI ANCHE – Sampdoria Bologna, i voti top e flop del match al Ferraris

Un dato che, soprattutto per la caratura degli avversari, deve far riflettere Claudio Ranieri. La Sampdoria quando si trova a giocare contro squadre alla suo livello ha cali di attenzione che la portano a disunirsi. Contro il Benevento, ad esempio, doppio vantaggio – che nella maggior parte dei casi significa partita chiusa – poi tre gol (al 33′, al 72′ e all’88’ minuto di gioco). Contro il Genoa, la rete di Jakub Jankto seguita in appena cinque minuti dal gol di Gianluca Scamacca. E infine contro il Bologna partita che, senza l’autogol di Vasco Regini, avrebbe potuto prendere una piega ben diversa ma finisce per incanalarsi nel medesimo canovaccio di Benevento e termina con una sconfitta.