Vieira teme solo la mamma: «Mi sgrida perché non segno»

vieira sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Vieira e i rimproveri di mamma Regina: «È stata calciatrice e dopo ogni partita mi ricorda che segnava più di me»

Due gol segnati con la maglia del Leeds e ancora zero con quella della Sampdoria. Per Ronaldo Vieira, il gol è un evento più unico che raro: «È il mio cruccio, e soprattutto quello di mia mamma Regina che essendo stata ex calciatrice in Guinea Bissau mi ripete dopo ogni partita che lei segnava più di me», svela il centrocampista blucerchiato. È quasi più severa la mamma che Claudio Ranieri: «Sul gol sì, lei è più insistente. E come lei mio fratello gemello Romario, anche lui dice che tiro poco. Il mister diciamo che ha altre fisse». Il riferimento è ai cambi di gioco, per cui il tecnico blucerchiato lo ha rimproverato anche in Samp-Brescia.

Qualche gol in più sul curriculum potrebbe aiutare anche a raggiungere la nazionale: «Come si fa a non pensarci?! Ora ho l’età per essere convocato nell’U21 ma certo la nazionale maggiore è il sogno. Qualche golletto mi può far notare di più, anche per questo devo provarci di più». Le strigliate di mamma Regina, perciò, non sono poi così infondate: «Mamma ha sempre ragione ma chissà perché non ci sono video dei gol che dice di aver fatto lei… Scherzi a parte, avere familiari esperti – mamma ma anche il mio gemello Romario, che gioca – è meglio perché sanno di cosa parlano dopo aver visto una partita», ha concluso Vieira a Il Secolo XIX.