Vierchowod: «Le marcature di oggi sono un insulto al calcio»

Coronavirus Serie A Vierchowod
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex difensore della Sampdoria Vierchowod rivela il suo sogno nel cassetto: «Vorrei allenare per insegnare a difendere»

Pietro Vierchowod, ex difensore della Sampdoria che oggi compie 61 anni, ai taccuini di Libero rivela qual è il sogno nel cassetto: «Aspetto una squadra da allenare perché vorrei insegnare a difendere. Le marcature di oggi sono un insulto al calcio. I difensori non sanno leggere l’azione, i movimenti della palla».

«Cristano Ronaldo o Ronaldo? CR7 non si discute, ma gode di un calcio molto diverso. Il Ronaldo di allora non oso immaginare quanti gol avrebbe segnato con le difese attuali. Ma penso anche a Zico, che in Italia ha segnato tantissimo nonostante l’età e i difensori attaccati a un metro e non a dieci come oggi».