Vivano ci crede: «Siamo gli intrusi per l’Europa»

viviano sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Viviano vede ancora spiragli per la Sampdoria in chiave europea: «Ci sono squadre più attrezzate, noi siamo gli intrusi. Nazionale? Perin ha fatto più di tutti»

La sconfitta rimediata contro la Juventus può starci per la Sampdoria, che ha perso semmai, durante questo campionato, punti ben più pesanti a Verona, Benevento e via dicendo. Lo sa bene anche il portiere blucerchiato Emiliano Viviano, che non si sorprende della netta vittoria dei bianconeri ma prende filosoficamente spunto dalla sconfitta per imparare qualcosa di nuovo: « Sono una delle squadre più forti al mondo dal punto di vista mentale – afferma il numero 2 doriano ai taccuini de La Gazzetta dello Sportora sta a noi imparare la lezione. Dobbiamo portare a casa quello che abbiamo visto sul campo, la mentalità con cui hanno reagito. Alla fine ho sentito Chiellini urlare “Giocare alla grande a Madrid è facile, ma è a Crotone che si fa la differenza”. Ecco la mentalità vincente».

Per quanto riguarda invece la lotta europea che ha visto per mesi e mesi la Sampdoria come principale favorita, Viviano dimostra di credere ancora nell’obiettivo: «Abbiamo fatto miglioramenti incredibili, lo scorso anno abbiamo totalizzato 48 punti, ora li abbiamo già con sei partite a disposizione per fare meglio. Siamo gli intrusi tra le squadre che si contendono l’Europa. La società a giugno ha venduto, ma ha investito e migliorato ed è così che si va avanti. Per l’Europa c’è chi è più attrezzato di noi, ma già avere questo obiettivo è importante. La Samp con Ferrero punta a lidi diversi dai campionati anonimi, e per questo la competitività è tutto: Giampaolo in tal senso è una garanzia. Nazionale? Ci penso. Sull’erede di Buffon capisco l’indecisione fra Donnarumma e Perin, che è quello che ha fatto di più. Con quest’ultimo siamo amici 363 giorni l’anno, ci sfottiamo alla grande: lui ha fatto il corso da sommelier – conclude Viviano scherzando – per cercare di starmi dietro».

Articolo precedente
Andersen SampdoriaFerrari sottotono: Giampaolo rilancia Andersen
Prossimo articolo
Sampdoria streamingSampdoria, aggrappati alla storia: domani la partita della verità