Viviano non esulta, la moglie attacca: «Non aveva nulla da festeggiare»

Viviano Sampdoria
© foto Valentina Martini

Manuela Tosini rompe il silenzio con un lungo post su Facebook e attacca chi ha mosso critiche contro il portiere per la mancata esultanza

È bastata una leggera indifferenza ai festeggiamenti per infondere in qualche malpensante il dubbio di non aver voluto né gradito la vittoria del Derby della Lanterna. Al triplice fischio della sfida contro il Genoa, la Sampdoria si riunisce festante sotto la Gradinata Sud per saltare e riprodurre cori insieme ai tifosi. Purtroppo solamente Emiliano Viviano e lo staff medico presente al “Ferraris” si accorgono di un incidente avvenuto pochi istanti prima, quando il tifoso e amico del portiere Massimiliano De Andreis è rovinato a terra direttamente da una balaustra dello stadio. Qualcuno si sarà fermato ai fatti, ma dietro l’accaduto c’è la profonda preoccupazione di un uomo che tema per la vita di una persona a lui cara. Una partita di calcio e una foto di gruppo sono niente a confronto, come spiega la moglie Manuela Tosini con un lungo post pubblicato su Facebook.

«Adesso rispondo io a tutti quelli che si chiedono se in squadra esiste un caso Viviano perché non è andato a festeggiare con il gruppo la vittoria del derby. Qualche squallido coglione ha optato per ‘Viviano non voleva la vittoria’, altri ‘Viviano ha problemi con il gruppo’, altri ancora ‘Viviano vuol fare il fenomeno’. No Signori miei, Viviano ieri non aveva niente da festeggiare. Ieri finita la partita, quello che per lui è un fratello è caduto dalla balaustra e, con il dottor Amedeo Baldari (uomo straordinario), si è recato in ospedale. Forse c’è chi crede che i calciatori siano giusto dei coglionazzi che indossano la maglia della propria squadra del cuore e basta, ma dietro alle belle macchine e agli orologi da tamarri esistono anche persone come tutte noi. In culo a tutti. Una partita di calcio e una fotografia di gruppo non valgono un cazzo rispetto alla vita di un amico. Tenetevi tutti i vostri dubbi, commentate stupidamente e malignamente l’assenza di mio marito nei festeggiamenti. Noi sappiamo cosa abbiamo provato in quel momento. Fratello Massimiliano De Andreis riprenditi alla svelta, abbiamo un sacco di fotografie da fare per festeggiare insieme il nostro derby. Ti vogliamo bene molesto – conclude la moglie di Viviano, un bene immenso e tu lo sai».