Yoshida convince, Tonelli meno: l’analisi di Fiorentina Sampdoria

© foto www.imagephotoagency.it

Fiorentina Sampdoria è stata la partita di Yoshida e Tonelli: il giapponese, inizialmente imballato, ha convinto alla distanza

La non convocazione di Omar Colley per il match Sampdoria Fiorentina ha spianato la strada a Maya Yoshida in coppia con Lorenzo Tonelli. Il difensore italiano, alla sua terza presenza consecutiva, non lesina quando si tratta di interventi ruvidi e spesso eccede nella misura. Diverse imprecisioni hanno condito la sua prestazione e dovrà lavorare maggiormente sull’intesa con il giapponese.

LEGGI ANCHE – Omar Colley, incontro con il Fulham: c’è il sì del giocatore

Per quanto riguarda Yoshida la sua partita a Firenze è iniziata a rallentatore. Nel primo quarto d’ora è stato costantemente in ritardo sul portatore di palla e questo ha fatto arrabbiare (e non poco) Claudio Ranieri. Sulla lunga distanza però è riuscito a uscire fuori e a prendere le redini della difesa, realizzando 25 passaggi positivi (il migliore dell’undici blucerchiato). Difficile, soprattutto con la partenza di Colley, che Ranieri non lo utilizzi anche per le prossime gare contro Lazio e Atalanta.