Zapata sull’Atalanta: «Non ero convinto, volevo restare alla Samp»

Sampdoria Zapata
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex attaccante della Sampdoria commenta la trattativa che in pochi giorni lo ha visto passare all’Atalanta

Il destino di Duvan Zapata è cambiato in poche ore. L’offerta pervenuta in serata, una decisione già scritta, il saluto ai compagni e il primo gol in amichevole per presentarsi al meglio ai nuovi tifosi. Dalla Sampdoria all’Atalanta, il passo è breve. Forse non così scontato, però, ascoltando le parole dell’attaccante classe ’91 che aveva creato un legame solido e apparentemente duraturo con Genova e i colori blucerchiati: «È arrivato il momento di continuare a fare bene. Ringrazio Dio per questa nuova opportunità, sono contento di essere qui a Bergamo, sono felice. La società ha fatto un investimento importante e ora starà a me. L’Atalanta? È una squadra importante, da due anni fa buonissime cose. Devo però ammettere che all’inizio non ero molto convinto del trasferimento, poi ho visto l’importanza che il presidente e l’allenatore mi hanno dato. La Sampdoria non ha messo ostacoli alla mia uscita, ma io volevo restare – conclude Zapata ai microfoni di Sky Sport – stavo bene come la mia famiglia a Genova».