Zenga rimprovera Eder: «Proprio tu?»

zenga sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Nell’intervallo di Inter-Crotone, Walter Zenga ed Eder si scambiano sguardi eloquenti: «Proprio tu dovevi segnare?»

Walter Zenga non ha mai tradito di avere un debole per Eder. All’epoca della Sampdoria, nei mesi di militanza in blucerchiato, fu l’attaccante italo-brasiliano a tenere in piedi la squadra con i suoi gol. Entrambi lasciarono il club doriano in quella stagione, 2015/2016, Zenga perché esonerato, Eder perchè ceduto all’inter nel mercato di gennaio. Tra i due è rimasta una grande stima che, in occasione di Inter-Crotone, si è tramutata in un siparietto all’intervallo. Prima di rientrare in campo, Walter Zenga si è avvicinato all’attaccante che, nel primo tempo, aveva aperto le marcature per il momentaneo vantaggio nerazzurro: «Proprio tu dovevi segnare?» sembra dirgli con sguardo duro ma con il sorriso che si apre subito dopo sulle labbra di entrambi. Al termine del match la conferma, da parte del tecnico del Crotone, che nei mesi a Genova fu Eder il suo pupillo: «Con lui ho un rapporto speciale, abbiamo fatto poco insieme ma lui fece nove gol in 12 partite ed era uno dei miei uomini, con lui si può lavorare al 100%. Non posso dire però che sono contento del suo gol…» ha affermato ai microfoni di PremiumSport. Di rimando l’italo-brasiliano svela cosa gli avrebbe detto Zenga nel tunnel: «Mi ha chiesto maglia e pantaloncini e mi ha detto che mi ha insegnato bene quando ero alla Sampdoria».