Cassano & LeBron: quando genio e talento si incontrano e nasce il fuoriclasse

© foto www.imagephotoagency.it

Il ritorno di Antonio Cassano alla Sampdoria e il ritorno di LeBron James ai Cleveland Cavaliers. Cosa hanno in comune? Tante cose di cui forse sapevate e tante altre di cui forse non sapevate. E se non sapete chi sia LeBron James allora non siete dei veri sportivi.

Antonio Cassano ha raggiunto la Sampdoria in un momento di declino della sua carriera, dopo le esperienze con Bari, Roma e quella tra luci e ombre al Real Madrid. Il talento barese ha vestito i colori blucerchiati per rilanciarsi, anche grazie a un lavoro perfetto di Giuseppe Marotta, che allora si occupava del calciomercato blucerchiato. Alla Sampdoria Antonio Cassano è diventato il calciatore che tutti conoscono, genio, sregolatezza e un talento infinito, forse il più grande fantasista italiano del dopo Roberto Baggio, il numero 99 doriano non ha solo fatto amare il calcio a chi tifoso blucerchiato non era ma anche a chi del calcio non era interessato. Antonio Cassano divenne sampdoriano e chi tifoso non era divenne tifoso di Antonio Cassano e quindi della Sampdoria.

LeBron James iniziò la sua carriera in NBA proprio nei Cleveland Cavaliers quando venne scelto come prima scelta nel Draft. Nella sua prima stagione in NBA, LeBron James vinse il titolo di Rookie Of The Year e la storia è sempre la stessa, genio, sregolatezza e un talento infinito, forse il più grande cestista del dopo Michael Jordan, il numero 23 dei Cavs fece innamorare del basket anche chi del basket non era interessato. LeBron James divenne un Cavs e chi tifoso non era divenne tifoso di LeBron James e quindi dei Cleveland Cavaliers.

Adesso vi chiederete, cosa hanno in comune Antonio Cassano e LeBron James, oltre al fatto di essere i talenti nel loro sport?

Le carriere dei due sono molto simili, Antonio Cassano con la Sampdoria non vinse mai nulla, raggiunse una finale di Coppa Italia e perse ai rigori, LeBron James con i Cleveland Cavaliers non vinse mai nulla, raggiunse una finale NBA e perse 4-0 con i San Antonio Spurs.

Entrambi per vincere lasciarono la loro squadra, Antonio Cassano per i motivi che tutti conoscono e LeBron James per cercare di vincere qualcosa, accasandosi ai Miami Heat insieme a Dwyane Wade e a Chris Bosh. Lontano dalle squadre chi li resero grandi entrambi riuscirono a vincere diversi trofei. Antonio Cassano vinse scudetto e Supercoppa Italiana con il Milan. LeBron James vinse due anelli con i Miami Heat.

Il richiamo di casa per entrambi era però troppo forte e vincere con la squadra del cuore era il loro obiettivo. Ecco che quindi dopo quattro anni entrambi fecero ritorno tra i loro tifosi. LeBron James al primo anno di ritorno nei Cleveland Cavaliers, raggiunse le finali NBA, arrendendosi ancora una volta, questa volta ai Golden State Warriors, dovendo rimandare ancora una volta la vittoria del titolo con i suoi Cleveland Cavaliers. Antonio Cassano è appena ritornato e per lui i tifosi della Sampdoria sognano già di tornare a vincere un trofeo.

Cassano & LeBron: quando genio e talento si incontrano e nasce il fuoriclasse.

Condividi
Articolo precedente
Destro – Bologna: incontro positivo tra le parti, vicina la fumata bianca
Prossimo articolo
Cassano sfida il suo passato: perde nelle reti, ma vince nelle intuizioni