Castellini, Lanna e Mannini analizzano la difesa: «Nessuno sa marcare»

© foto www.imagephotoagency.it

Moreno Mannini, Marco Lanna e Marcello Castellini di difesa se ne intendono e hanno provato a dare un giudizio sui difensori della Sampdoria, alla luce di una delle stagioni peggiori per il reparto arretrato dei doriani. Il problema in generale, affermano sia Lanna che Mannini, deriva dal fatto che non si sa più marcare e solo la Juventus in Italia possiede difensori in grado di farlo. La soluzione sta quindi nel mercato ma, spiega Lanna, la Sampdoria non può mica prendere giocatori dal Barcellona e quindi bisogna sempre allenare i giocatori sulla difesa in maniera costante.

Anche Mannini condivide l’idea di Lanna, bisogna quindi partire con una sorta di educazione alla difesa dai più piccoli ma per i più gradi è d’accordo per avere un allenatore solo per la difesa come Luigi Cagni a inizio anno. Stando a Lanna è mancata personalità e Andrea Ranocchia ha deluso molto, non ha avuto il tempo per riprendersi da un periodo nero e quindi le uniche note liete sono arrivate da De Silvestri e da Viviano. Secondo l’ex difensore poi bisognerebbe ripartire anche da Cassani, Silvestre e dal giovane Skriniar. Con un centrale di spessore in arrivo dal mercato, aggiunge Lanna, potrebbe pure rimanere Ranocchia.

Secondo quanto detto da Marcello Castellini a Il Secolo XIX i problemi difensivi della Sampdoria di quest’anno sono solamente il risultato di problemi in altri reparti, ad esempio è mancato spesso filtro a centrocampo. Castellini boccia in toto Ranocchia, per lui sarebbe stato meglio tenere Daniele Gastaldello che però lo scorso gennaio è passato al Bologna. Serve un uomo d’esperienza, conclude Castellini, e ripartire con Montella sarà un bene per la Samp.

Condividi
Articolo precedente
Con il Carpi una delle gare con più gol della scorsa serie A
Prossimo articolo
2015/2016, il pagellone: Fernando