Giampaolo: «Voglio una squadra che capisca il valore collettivo»

© foto www.imagephotoagency.it

Carattere e grinta, basi fondamentali della Sampdoria, abile a ribaltare il risultato e vincere. Lo conferma anche il tecnico blucerchiato, Marco Giampaolo, che soddisfatto commenta in conferenza stampa: «La partita è stata equilibrata e la Sampdoria ha meritato di vincere.

Speriamo che Muriel possa continuare, si allena bene, bravi i nostri preparatori che lo allenano. Non dobbiamo esaltarci per le partite che ha giocato, bisogna capire cosa ci può dare nel lungo periodo, speriamo che possa continuare. Praet deve imparare come muoversi con gli altri, lo ho inserito perchè eravamo in superiorità numerica, lo ho agevolato.

Si poteva chiudere prima la partita trovando qualche verticalizzazione, se non lo abbiamo fatto è perchè nel primo tempo abbiamo sprecato tanto energie, dobbiamo crescere sul piano mentale e della consapevolezza. Non sappiamo le nostre qualità, questa squadra l’anno scorso si è salvata alla fine, quindi non dobbiamo pretendere tutto subito.

Alla squadra dobbiamo riconoscere grandissimo impegno, di restare in partita fino alla fine, anche se dobbiamo migliorare sotto ogni punto di vista. La squadra mi interessa e non i singoli calciatori, che in questo momento riescono a intepretare al meglio questo principio, dobbiamo lavorare come collettivo. Volevo sottolineare il fatto che dopo una stagione difficile ti porti dietro le insicurezze. Chi è abituato a vincere vince sempre. Chi deve salvarsi fino all’ultima giornata si porta dietro degli aspetti negativi ed ecco perchè invece di cercare il terzo gol abbiamo gestito il risultato».

Condividi
Articolo precedente
Gasperini: «C’è rammarico, giocato bene anche in dieci»
Prossimo articolo
Spalletti pensa alla Samp: «Dobbiamo fare dei passi in avanti»