Incidenza nei tackles, due blucerchiati nella Top-100 europea

© foto Valentina Martini

Una speciale classifica, relativa all’incidenza nei tackles e alla combattività in campo, premia due giocatori della Sampdoria, che si piazzano nella Top-100 europea

Uno dei meriti attribuiti alla Sampdoria di questo campionato, soprattutto se confrontata con la squadra poco convinta, spaurita e molle vista spesso calcare i campi della Serie A lo scorso anno, è quello di aver ritrovato condizione fisica e grinta, qualità fisiche e caratteriali sempre più importanti in un calcio, come quello moderno, che oltre ai sofisticati tatticismi vive sempre di più sull’importanza dell’intensità e della cattiveria agonistica. In questo senso, molte sono state le sorprese positive della banda di mister Giampaolo: anzitutto Lucas Torreira, che ha sorpreso non solo i tifosi, ma anche gli addetti ai lavori, per la garra tipicamente sudamericana mostrata in ogni partita; lieta scoperta è stata anche Karol Linetty, vero e proprio stantuffo di centrocampo, instancabile mezz’ala che ha già attirato su di sè gli sguardi di molti club. E poi la riscoperta di Edgar Barreto, irriconoscibile lo scorso anno e grande trascinatore, nonchè senatore indispensabile fra gli undici titolari, in questo campionato. Ebbene, questi giocatori, si capisce senza bisogno di chiarimenti, si sono distinti in campo per una qualità particolare, la combattività: il cuore del centrocampo blucerchiato ha in effetti potuto contare, quest’anno, su leoni mai domi, capaci di sradicare un gran numero di palloni dalle gambe degli avversari. E una statistica lo conferma in pieno.

LEONI DA BATTAGLIA – Sì perchè il CIES Football Observatory, che dalla propria sede a Neuchâtel, in Svizzera, si occupa di raccogliere statistiche calcistiche, ha stilato una classifica relativa ai giocatori più “combattivi” dei cinque maggiori campionati europei. E sono ben due i blucerchiati presenti. Come calcolare questo tipo di capacità? Gli studiosi hanno calcolato un “indice di combattività” moltiplicando il numero di tackles tentati nei 90 minuti con quelli che hanno avuto successo. L’analisi è stata condotta unicamente sui giocatori che hanno giocato almeno 1500 minuti di campionato. Come si evince dalla tabella, sono presenti ben due blucerchiati nella top-100. All’11° posto troviamo Linetty: il polacco può vantare una percentuale di successo nei tackles del 72%, mentre il suo indice si attesta sui 75,8%. Un risultato ottimo per l’ex centrocampista del Lech Poznan, che conferma la sua importanza nel centrocampo di mister Giampaolo. Altro blucerchiato presente è Edgar Barreto: posizione numero 33 per lui, in virtù di un indice del 65,4%. La sua media di interventi riusciti è maggiore di quella del compagno – 83% -, ma il numero di tackles tentati è minore – 3,1 contro 4,1 – del numero 16. Infine, ecco una vecchia conoscenza della Samp: al 21° posto c’è Pedro Obiang, centrocampista del West Ham, il cui indice si attesta sui 70,4. Il migliore della nostra Serie A, invece, gioca a Pescara: per Gaston Brugman indice totale dell’81,5% e settima posizione assoluta.

Condividi
Articolo precedente
Schick SampdoriaSchick, atto secondo: la bella Kristyna per Sampdoria-Napoli
Prossimo articolo
Bisoli sampdoriaCalciomercato Sampdoria, occhi in casa del Monaco: piace Bennasser