Lega Serie A, svolta epocale: sì alla tecnologia in campo

Nicchi
© foto www.imagephotoagency.it

Lega Serie A, arriva la soluzione: Carlo Tavecchio nominato commissario, e apertura alla tecnologia in campo: la Serie A 2017/18 sarà supportata dal VAR

Svolta VAR: via ufficiale nella stagione 2017/18 – 21 aprile, ore 15.20

Le sperimentazioni sull’assistente arbitrale virtuale, chiamato VAR, hanno portato i frutti: nella prossima stagione gli arbitri della Serie A avranno a disposizione la tecnologia per risolvere le situazioni più controverse che si verrano a creare: una svolta per il calcio italiano che apre ufficialmente alla tecnologia in campo. Ad annunciarlo – come riportato da Sky Sport – è stato il Presidente della classe arbitrale Marcello Nicchi al termine dell’assemblea che ha nominato Carlo Tavecchio come Commissario della Lega Serie A.

Carlo Tavecchio nominato Commissario – 21 aprile, ore 14.15

Il Consiglio federale della FIGC ha nominato all’unanimità Carlo Tavecchio come commissario della Lega Serie A. Negli scorsi giorni le società si sono incontrate per eleggere il nuovo presidente ma non si è arrivati a un accordo che trovasse tutte le parti soddisfatte: spazio quindi al commissario, che in questo periodo proverà a mediare fra le società per trovare il bandolo della matassa. Non è la prima volta che capita: negli anni ’70 fu Franco Carraro il primo commissario, mentre nel 2009 lo stesso compito spettò a Giancarlo Abete prima della nomina di presidente di Maurizio Beretta.

Assemblea di Lega, nessuna soluzione: domani il commissariamento – 20 aprile, ore 19

L’assemblea di Lega svoltasi oggi a Milano non ha fornito soluzioni al problema della nomina del nuovo presidente e degli altri ruoli vacanti. Le società di Serie A sono divise su molti punti della riforma dello statuto e non riescono a trovare un accordo, perciò è ormai inevitabile il commissariamento: dopo le tre settimane di tempo concesse, nella giornata di domani il consiglio della FIGC prenderà in esame il caso e nominerà un commissario. Le parole di oggi dell’avvocato Romei fanno filtrare ottimismo, ma la situazione in Lega è tutt’altro che rosea.

Romei ottimista sul commissariamento: «Continueremo ad andare avanti» – 20 aprile, ore 12

Sono mesi che la situazione al tavolo della Lega di Serie A non sembra indirizzarsi verso una soluzione “amichevole”. Le posizioni delle varie società sono chiare e il continuo rimandare la definizione della situazione ha portato allo scadere dei termini per la nomina del nuovo Presidente di Lega. Da un lato l’ipotesi commissariamento potrebbe essere presa in considerazione, dall’altra parte il numero uno del Coni Giovanni Malagò frena. L’ipotesi che Tavecchio diventi anche il commissario della Lega di Serie A c’è, ma sarebbe necessario prima valutare la situazione e tentare almeno di ricomporre questa spaccatura così evidente. Il Coni da parte sua resta a guardare e, come afferma Malagò, attende di capire se verranno interpellati dalla Figc in merito: «Mi sembra che i termini per definire il Presidente di Lega siano scaduti: c’era una lettera della Federazione molto chiara e non so cosa potrà uscire dall’assemblea: è dal primo settembre che si gira sempre attorno a questi temi. È una prerogativa della federazione decidere e valutare il commissariamento, noi non possiamo che essere rispettosi. Se poi la Figc ci interpella per sapere la nostra opinione, gliela diremo».

SPACCATURA IN LEGA DI A: LA POSIZIONE DELLA SAMPDORIA – Incertezza per il futuro della Lega Calcio che non sembra preoccupare l’avvocato Romei che, come consulente di Massimo Ferrero, mantiene la calma e fa filtrare ottimismo in merito alla mancata elezione del nuovo presidente di Lega di A. La decisione che non si riesce a prendere ora non è detto che non si debba prendere in senso assoluto, la Lega Calcio è forte e continuerà a lavorare: «Si troverà sicuramente la situazione migliore, la Lega Calcio non si fermerà e continuerà ad andare avanti». Queste le ottimistiche parole di Romei. Sicuramente qualcuna delle parti in causa dovrà mollare rispetto alle sue posizioni iniziali per arrivare ad una nomina, cosa molto difficile vista la posta in gioco. L’ipotesi di commissariare la Lega di A pertanto non è da scartare anche se poterebbe la spaccatura tra i club di Serie A ad un livello tale da rendere quasi impossibile un ricongiungimento.

Condividi
Articolo precedente
sampdoria tifosi utcGenoa negli eSports: «Samp, scalda le dita per il derby» – FOTO
Prossimo articolo
nicola crotoneCrotone, Nicola: «Con la Samp partita chiave, preparata in modo maniacale»