Sviste/favori arbitrali: la classifica. Toro aiutato, Samp bilanciata

tifosi sampdoria utc
© foto Valentina Martini

Ad ogni turno di campionato arriva puntuale l’appuntamento con la moviola: torti arbitrali, favori, sviste sono all’ordine del giorno. Ma quanto incidono sul campionato? Guardiamo la classifica

Finché non verrà introdotta la VAR o qualsiasi altra strumentazione adatta a risolvere le controversie legate agli errori/sviste/favori arbitrali ci troveremo sempre alle prese con la classifica “reale” e quella modificata a seconda di come si valutano certe decisioni prese dal direttore di gara. Espulsioni, falli, rigori, fuorigioco sono tutte le variabili che possono condizionare una partita, anche la semplice ammonizione porta il match a prendere una piega piuttosto che un’altra. Ci sono squadre che gridano allo scandalo, altre che non commentano, altre ancora che dipende dal momento. Ma quanto incidono in un campionato le sviste/favori arbitrali? Di primo acchito vale sempre la regola che “tutto si compensa”: per quanto ci possano essere errori alla fine del campionato si vanno a compensare con gli episodi a favore. Ma vediamo chi è la squadra che ha beneficiato di più, quella più danneggiata e la posizione della Sampdoria in tutto questo contesto. Alla domanda: «Chi è la squadra più aiutata dagli arbitri?» la risposta dei 3/4 dei tifosi italiani sarà, ovviamente, la Juventus. E invece non è così.

SVISTE E FAVORI ARBITRALI: TORINO BENEFICIARIO, SAMP IN CREDITO – È l’altra squadra di Torino ad essere la maggior beneficiare di attenzioni positive: a quanto risulta dalle tabelle di calciomercato.com la squadra di Mihajlovic avrebbe beneficiato di otto episodi a favore e solo un errore contro. La squadra più penalizzata invece sarebbe il Sassuolo con ben dieci sviste contro e solo due episodi a favore. La Sampdoria in tutto questo si colloca in credito, ma neppure così tanto: sarebbero nove gli episodi a favore e sei quelli a sfavore con un bilancio di +3. Ma vediamo la classifica, come la valuta Panorama, dopo la 31.a giornata di campionato al netto degli errori. In prima posizione ci sarebbe comunque la Juventus ma non a 77 punti bensì a 81 punti (mancherebbero all’appello ben quattro punti alla squadra di Allegri), al secondo posto ci sarebbe comunque la Roma a 76 (+5) e poi il Napoli a 66 (-1). La Sampdoria si collocherebbe non tanto lontano dalla sua posizione attuale (nono posto a pari merito con il Torino): nella classifica a netto degli errori arbitrali la squadra di Giampaolo si troverebbe a 38 punti (-7 dalla realtà), in undicesima posizione dietro Bologna, Chievo, Milan, Inter, Fiorentina, Atalanta e Lazio. La classifica: Juventus 81, Roma 76, Napoli 66, Lazio 55, Atalanta 55, Fiorentina 55, Inter 53, Milan 50, Chievo 40, Bologna 39, Sampdoria 38, Sassuolo 37, Udinese 37, Torino 36, Cagliari 31, Genoa 31, Empoli 20, Crotone 20, Palermo 17, Pescara 17. 

Condividi
Articolo precedente
nicola crotoneSamp attenta: il Crotone di Nicola “corre”
Prossimo articolo
linetty sampdoriaLinetty-Praet, storia di un ballottaggio irrisolto