Abusivismo edilizio a Sant’Agnello: coinvolto anche Quagliarella

Quagliarella Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Quagliarella coinvolto in un caso di abusivismo edilizio in Campania, ma il bomber della Sampdoria non è tra gli indagati

Vicenda non piacevole per Fabio Quagliarella. Come rivela l’edizione odierna de Il Mattino, l’attaccante della Sampdoria è stato coinvolto in un caso di abusivismo edilizio nella località di Sant’Agnello in Campania, nel cuore della Penisola Sorrentina.

Dopo le denunce presentate dall’associazione Italia Nostra e dal WWF Penisola Sorrentina, la Procura di Torre Annunziata aveva aperto un fascicolo d’inchiesta. Su tutti c’è il nome di Antonio Elefante, l’ingegnere di Castellammare specializzato nei grandi progetti. Coinvolto nell’affare come socio, ma non iscritto nel registro degli indagati, risulta proprio il bomber blucerchiato.

Ieri mattina è stato disposto il sequestro preventivo d’urgenza di 53 appartamenti e 67 box, poiché ormai prossimi alla vendita. L’intero complesso residenziale era stato realizzato “sulla base di un Pua, di un’autorizzazione paesaggistica e di un permesso a costruire totalmente illegittimi e contrastanti con le norme di legge e gli strumenti di pianificazione”, si legge sul comunicato stampa diffuso dal procuratore reggente Pierpaolo Filippelli.