Allegri avvisa la Samp: «Tre punti o ci girano le scatole»

allegri juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Sampdoria, Allegri presenta i temi legati alla sfida contro i blucerchiati di Giampaolo

JUVENTUS-SAMPDORIA IN STREAMING
JUVENTUS-SAMPDORIA: LE PROBABILI FORMAZIONI

Massimiliano Allegri allontana le polemiche per il pareggio maturato con l’Atalanta e mette nel mirino la Sampdoria. Nella abituale conferenza stampa della vigilia, il tecnico bianconero sottolinea l’importanza di chiudere imbattuti il girone d’andata. Si parte dagli episodi di razzismo e dai fatti di Milano: «Non bisogna fermarsi. Né noi né l’arbitro: solo l’ordine pubblico può. Non tollero nessuna forma di insulto e razzismo, anche nei confronti dei morti e delle tragedie, ma in Italia abbiamo perso rispetto per tutto. Bisogna entrare dove ci sono i bambini: nelle scuole. Fare questo farebbe molto bene. È un percorso da fare tutti insieme: ma bisogna intraprenderlo e non chiacchierare. Io credo che le parole di calciatori, allenatori debbano essere usate con più intelligenza per non alimentare questo tipo di esasperazioni. Dispiace perché il 26 c’erano tante famiglie negli stadi: i bambini sono il futuro dell’Italia. Fermare le partite avrebbe solo un impatto momentaneo. Con la tecnologia bisognerebbe andare a pescare chi fa “casino”. Ma devono essere gli organi di competenza ad agire. Se no poi si cade nell’ipocrisia».

«Passando alla partita: Matuidi ha avuto un’influenza, Benatia ha avuto un’infiammazione e rientra Bernardeschi. Possono giocare tutti. Quagliarella? È un giocatore straordinario, che fa gol e che ha sempre fatto gol. Perin? Domani gioca Szczesny. Sarà una partita molto difficile, la Samp è addirittura in lotta per la Champions, ma noi dobbiamo per forza acchiappare i tre punti. In questo modo andremo in vacanza sereni, altrimenti ci andremo con le scatole che ci girano. Abbiamo cinquanta punti e non sono pochi. A Bergamo abbiamo giocato bene, in dieci per tanto tempo e chiudendo in crescendo. Al momento abbiamo vinto sedici partite in campionato e siamo arrivati primi in Champions. Dybala sta bene e ha giocato bene a Bergamo, Cristiano Ronaldo e Mandzukic stanno bene. Anche Douglas Costa ha fatto bene. Saranno importanti i cambi a gara in corso. Domani Bonucci riposa e al suo posto gioca Rugani, Chiellini sta bene. Pensiamo a noi stessi. Domani è la diciannovesima, facciamo un passettino alla volta. Abbiamo ancora lo scontro diretto a Napoli. Loro a Milano hanno fatto un grande partita: finché la matematica non cidarà lo scudetto sono una diretta concorrente. Domani la partita sarà lunga e, se all’inizio non riusciremo a sbloccarla, credo che nella parte finale sarà totalmente un’altra gara, essendo la terza in una settimana. Ho il dubbio fra Spinazzola e Alex Sandro».


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!