Connettiti con noi

News

Valzer di allenatori in panchina: come cambia l’assetto in Serie A?

Pubblicato

su

Valzer allenatori Serie A: tanti cambi in panchina al termine della stagione 2020/21. Solo Sampdoria e Fiorentina non hanno ancora un tecnico

Chi ama il calcio da tanti anni racconta che raramente ha assistito al valzer di allenatori in  Serie A, come quello che c’è stato nelle ultime settimane e cioè dalla fine del campionato ad ora.  Quindi i tifosi sono stati un po’ spiazzati, a volte contenti, a volte meno, e teniamo conto che il numero dei supporter coinvolti da questi cambiamenti sono stati tanti: basti pensare che sono ben 8 tra le prime 10 squadre, che si sono classificate nel campionato scorso di Serie A,  ad aver deciso di sostituire l’allenatore.

Ma oltre ai tifosi delle squadre interessate ci sono anche gli altri sportivi che amano il calcio, e  che non tifano per una squadra in particolare,  che si sono divertiti ad assistere a questi colpi di scena sugli allenatori di Serie A e addirittura hanno scommesso  in merito sui vari bookmakers, sfruttando bonus e promozioni come quelle che si trovano per esempio per chi ama il casinò nel sito bonus-mania.com.

Di sicuro il prossimo campionato sarà molto diverso dal precedente perché tutti i segnali non danno più l’Inter come Favorita per lo scudetto, visto che dovrà ridimensionare la squadra per motivi economici e la presenza di Simone Inzaghi, che ha ottenuto grandissimi risultati con la Lazio in un contesto diverso,  ma che al momento, per una questione di scarsa esperienza in squadre di altissimo profilo, non offre le stesse garanzie di quelle che ha dato Antonio Conte negli ultimi due anni.

Situazione diversi in casa bianconera dove è stato richiamato uno degli allenatori più vincenti della storia della Juventus e cioè Max Allegri che vuole tornare protagonista dopo un paio di anni di fermo e che sta costruendo insieme ai nuovi dirigenti una squadra, che ancora non si sa se potrà contare sul  contributo di Cristiano Ronaldo.  Ma quel che è certo è che si dovrebbe ripartire dai giovani Chiesa, Dybala, oltre che dal confermato  Morata. Considerando le possibili difficoltà dell’Inter  di cui parlavamo prima, la squadra di Andrea Agnelli potrebbe essere la squadra favorita per la vittoria del  prossimo campionato di Serie A.

Squadre di Roma: prospettive  con i nuovi allenatori

 Grandi cambiamenti ci sono stati anche nelle squadre romane visto che sono arrivati nella Lazio e nella Roma rispettivamente Sarri e a grandissima sorpresa Josè Mourinho. Sulla carta Sarri è quello che avrà il compito più difficile, visto che ha accettato una piazza che ha amato per tanti anni Simone Inzaghi che, nonostante non ho mai avuto una squadra  allo stesso livello delle più grandi d’Europa, ha ottenuto grandissimi risultati.

Forse molto più semplice il compito di José Mourinho che arriva tra l’entusiasmo generale in una Roma che, dopo il deludente settimo posto dell’anno scorso, ha tutte le carte regole l’anno prossimo per lottare quantomeno per la qualificazione Champions League. Infatti, potrà contare sull’esperienza e sulla voglia di rivalsa dello Special One che, negli ultimi anni, non ha avuto grandi soddisfazioni e  che non ha disputato campionati all’altezza della grande fama e delle vittorie che ho ottenuto in passato.