Ansaldo esporta il blucerchiato: «Porterò la Samp in Medio Oriente»

marco ansaldo sampdoria
© foto SampNews24

Il giornalista Marco Ansaldo, torna sul progetto “Ambasciate Blucerchiate” e puntualizza: «Fondamentale tornare forti sul piano internazionale»

Marco Ansaldo, uno degli ambasciatori blucerchiati scelti dalla Sampdoria e presentati in conferenza stampa a Confindustria, è intervenuto in collegamento telefonico con “Forever Samp”. Il giornalista torna sui temi trattati già nella presentazione, sottolineando che il suo raggio d’azione sarà il Medio Oriente ma anche i Balcani: «È un’iniziativa interessante, da molto tempo se ne parla in società e finalmente è stata realizzata. Il momento è anche opportuno perché, al di là delle ultime due partite, la Sampdoria si è trovata al sesto posto, assaporando l’aria dell’Europa. Romei ha detto che non bisogna nascondersi da questo obiettivo e mi sembra giusto riuscire a tornare in maniera forte anche sul piano internazionale, riuscire a portare il marchio della Sampdoria in Medio Oriente e nei Balcani».

«La Sampdoria può ambire, con la sua maglia splendida, ad avere tifosi in tutto il mondo – continua Ansaldo -. “Ambasciate blucerchiate” punta ad un’esposizione più diramata a livello internazionale, ma il progenitore fu l’iniziativa Il Cerchio Blu di Paolo Mantovani. Mi sono reso conto che la società è determinata a portare avanti questo progetto. Ora dobbiamo alzarci e andare avanti perché l’obiettivo è tornare ai livelli internazionali che ci sono consoni. Sono stato per lavoro quattro volte in Corea del Nord e tra Pyongyang e Pechino ho incontrato Sven Goran Eriksson. Mi sono fatto avanti e mi sono presentato, mostrandogli la maglia blucerchiata e dei francobolli dello scudetto che avevo trovato, incredibilmente, proprio in Corea del Nord. Nel 1989, invece, ero inviato al festival della gioventù comunista a Pyongyang e passai una notte intera con Roberto Maggi a parlare delle ambizioni della Sampdoria e della possibilità che vendesse o meno i suoi gioielli, davanti agli occhi basiti dei camerieri».

 

Articolo precedente
Torreira SampdoriaTorreira-Napoli, pronta una contropartita: si discute di Inglese
Prossimo articolo
Giampaolo SampdoriaBereszynski-Sala, nove giorni per recuperare: le alternative di Giampaolo