Atalanta, il Ferraris per te è un incubo

Sampdoria streaming
© foto www.imagephotoagency.it

Le statistiche di Sampdoria-Atalanta: blucerchiati in netto vantaggio nei precedenti, per i nerazzurri Marassi è un tabù

Domenica l’Atalanta arriverà a Genova per far visita alla Sampdoria: una partita, questa, che molto potrà dire sulla voglia di rilancio da parte dei ragazzi di Giampaolo, dopo la batosta subìta ad Udine. Quagliarella e compagni dovranno dimostrare di poter dire la propria anche contro una squadra ben collaudata e dotata di individualità importanti, ben guidata da un allenatore che è stato capace di darle la propria identità e un carattere molto combattivo. Andiamo a vedere le statistiche relative agli scontri fra blucerchiati e nerazzurri per capire che tipo di match potrebbe essere quello del Ferraris. In assoluto, sono precisamente 100 le partite giocate fra le due compagini, in tutte le competizioni. La Samp si trova in una posizione di vantaggio grazie alle 40 vittorie ottenute, contro le 25 degli orobici. 35, invece, i pareggi. Doriani in vantaggio anche nel numero di gol realizzati, 132 contro 103.

Scendendo più nel particolare, ed analizzando solo i confronti in Serie A, la musica non cambia: su un totale di 90 partite, le vittorie blucerchiate sono 35, i pareggi 30 e le vittorie dei lombardi sono 25. Il totale delle reti fatte sorride ancora al club genovese, forte di 115 gol realizzati contro i 93 degli avversari. Ma è il bilancio casalingo il fattore che può far sorridere maggiormente i tifosi blucerchiati: su un totale di 45 incontri, la Sampdoria ha portato a casa l’intera posta in ben 27 occasioni, contro le sole 5 affermazioni atalantine. Sono poi 13 i pareggi. In generale, la Samp negli ultimi 11 anni – a partire dal campionato 2006/07 – ha perso in casa contro i bergamaschi solo una volta – 1-2 firmato Bonaventura, Maresca e De Luca, stagione 2012/13. Da quell’anno, se si eccettua l’inutile gol di Kessié lo scorso anno, l’Atalanta non ha più segnato a Marassi. Insomma, le statistiche arridono certamente ai blucerchiati: starà agli undici che scenderanno in campo cercare di confermarle per riprendere nel migliore dei modi il cammino verso le zone nobili della classifica.

Articolo precedente
sampdoria ferreroFerrero-Roma, il presidente glissa: «Sto benissimo con la Sampdoria»
Prossimo articolo
sampdoriaDiritti TV, la Serie A mette dietro la Bundesliga: i numeri del sorpasso