Atalanta, numeri da brividi. Ma la Sampdoria può fermarla

atalanta
© foto www.imagephotoagency.it

L’Atalanta è una corazzata: non perde da 12 gare. Ma la Sampdoria ha dalla sua parte un ottimo precedente nella gara d’andata

Stasera la Sampdoria tenterà di inanellare il terzo risultato utile di fila per allontanarsi sempre più dalla zona retrocessione, tanto più dopo l’inatteso successo del Lecce sulla Lazio. L’avversario di giornata, tuttavia, sarà più che ostico: l’Atalanta è una vera e propria corazzata e non sarà facile portare a casa la pelle.

I numeri della squadra di Gasperini sono da capogiro: basti pensare che l’ultima sconfitta risale al 12 gennaio scorso, quando la Dea cadde sotto i colpi della Spal per 2-1. Da quel giorno solo vittorie (11), eccezion fatta per un pareggio contro il Genoa. I bergamaschi non perdono quindi da ben 12 gare, fra Serie A e Champions League. In questo periodo magico di risultati, inoltre, sono stati in grado di segnare la bellezza di 37 gol: in media più di 3 a partita.

Gli uomini di Ranieri, tuttavia, hanno dal canto loro un mini-ciclo di vittorie consecutive (2), entusiasmo e una solidità ritrovata. L’avversario è di tutt’altro livello rispetto a quelli affrontati e battuti recentemente, ma più di un dato gioca a favore: la Samp, infatti, è stata l’unica squadra che, insieme al Cagliari, in questa stagione è riuscita a mantenere la porta inviolata contro lo strapotere realizzativo dell’Atalanta (all’andata finì 0-0). Inoltre, il curriculum di Ranieri non parla di sconfitte in carriera contro gli orobici e il tecnico romano non ha nessuna intenzione di cominciare stasera a invertire il trend.