Benevento-Sampdoria, le pagelle: Sala incosciente, Kownacki amaro

© foto Valentina Martini

Benevento-Sampdoria, le pagelle: Sala incosciente e secondo tempo da incubo per i blucerchiati

Viviano 5 – Per tutto il primo tempo non viene mai chiamato veramente in causa, il dato del possesso palla (60%-40% in favore della Sampdoria) è significativo delle poche incursioni del Benevento in area blucerchiata. Nel secondo tempo subisce la rete di Coda, sulla quale non poteva arrivare, e altri due gol. Viene bersagliato dai tentativi dei giallorossi: una traversa e un palo lo salvano da un risultato finale peggiore.

Sala 5 – Sarà l’avversario di minor valore, ma in questa partita il numero sette si comporta egregiamente nel primo tempo. Nel secondo tempo decide di spendere un fallo folle ai limiti dell’area su D’Alessandro e ottiene un rosso diretto.

Silvestre 5 – Partita di sostanziale controllo per l’argentino che spesso sale in area in occasione dei corner, suo uno dei colpi di testa che si spegne in curva nel primo tempo. Nella seconda frazione di gioco perde lucidità assieme al resto della squadra.

Ferrari 5 – Come il compagno di reparto si limita a controllare i contropiede della squadra giallorossa ma sono pochi i pericoli nel primo tempo. Nella seconda parte della gara concede lo spazio a Coda per andare al tiro che regala ai giallorossi il primo gol. Il suo secondo tempo è caratterizzato, anche per lui, da scarsa attenzione.

Regini 5 – Nel ruolo di terzino Regini è sempre molto più convincente rispetto a quando è schierato centrale. Anche per lui una partita di assoluto controllo senza sbavature nel primo tempo. Seconda parte della gara completamente diversa, sul terzo gol è in netto ritardo.

Barreto 5 – Qualche duello uno contro uno viene inspiegabilmente perso dal paraguaiano e questo, proprio in luce dell’avversario, non deve assolutamente accadere. Sempre a dover recuperare rispetto ai giallorossi, non una buona partita per Barreto.

Torreira 6 – Primo tempo in cui fa girare molti palloni e prova ad andare al tiro dalla distanza. Seconda frazione di gioco in cui fa scendere un po’ i ritmi di gioco, sebbene offra sempre una buona prestazione (dal 30′ s.t. Verre 5,5 – Entra in un momento di difficoltà per la Sampdoria e non riesce con le sue giocate ad aiutare la squadra).

Praet 5,5 – Ci si aspetta sempre qualcosa di più dal belga e anche in questa partita non riesce a brillare seppur si proponga spesso in fase offensiva. Forse solo un gol potrebbe sbloccare un giocatore che sembra abbastanza frenato (dal 13′ s.t. Linetty 5,5 – Non incide nel corso del secondo tempo dove tutta la Sampdoria sembra non avere più forze o idee).

Ramirez 5,5 – Tanta qualità per un giocatore che nel primo tempo manda in crisi gli avversari ogni volta che tocca palla. Anche lui come i compagni di squadra scompare lentamente nel secondo tempo.

 Caprari 6 – Qualche scelta iniziale non indovinata, come indugiare troppo prima di andare al tiro, poi il tap-in vincente sulla ribattuta del portiere che porta in vantaggio i blucerchiati (dal 22′ s.t. Kownacki 6 – Anche lui, come gli altri cambi, non riesce ad imporsi. Trova la rete solo al termine dei minuti di recupero, un gol che non serve a nulla).

Quagliarella 6,5 – Sicuramente il migliore in campo, che cerchi di fare gol o di servire un assist ai compagni di squadra è sempre in zona operazioni. Perfetto il dialogo con Ramirez sull’azione che poi porta al tiro su cui Caprari realizza la rete. Nel secondo tempo prova a fare qualcosa, ma non può fare tutto da solo.