Brescia, Gastaldello: «Vivo di calcio. Emozioni? Ho dormito poco»

Iscriviti
gastaldello sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Daniele Gastaldello, nuovo tecnico del Brescia, ha commentato la partita contro la Cremonese. Le parole dell’ex Sampdoria

Daniele Gastaldello, ex giocatore della Sampdoria e nuovo allenatore del Brescia, ha parlato a seguito del pareggio rimediato contro la Cremonese. Ecco le sue parole

LEGGI ANCHE – Infortunio Bereszynski: fissati nuovi esami per il terzino della Sampdoria

«La squadra mi è piaciuta molto. Sono contento dello spirito che ho visto. Recuperare per due volte una partita è segno di volontà e voglia di non mollare. La squadra non merita questa classifica per le qualità che ha, ma bisogna fare qualcosa in più per venirne fuori. Questo punto ci deve dare consapevolezza. Dobbiamo capire che per emergere in B non basta la qualità ma serve agonismo e voglia di emergere. Se il Brescia capisce questo possiamo stare tranquilli. Lo spirito per le prossime partite dev’essere quello visot oggi. Non voglio parlare dei singoli, preferisco parlare della squadra. Questo Brescia deve capire che si gioca di squadra e anche i giocatori di qualità devono sacrificarsi, proprio come abbiamo visto oggi. Emozioni? Ho dormito poco, lo ammetto. Vivo di calcio da sempre e stare in panchina e guidare la squadra è stata una bella sensazione. Il frutto di questo risultato è merito dei ragazzi anche perché ieri abbiamo preparato davvero poco avendo poco tempo per lavorare».