Cagliari-Sampdoria, le pagelle: Quaglia-show, ma la difesa crolla

live Sampdoria Quagliarella highlights -sampdoria quagliarella
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Cagliari-Sampdoria: doppietta di Quagliarella, Ramirez illumina ma la difesa crolla sul più bello

CAGLIARI-SAMPDORIA: CRONACA E TABELLINO
CAGLIARI-SAMPDORIA: GLI HIGHLIGHTS

Audero 5 – Sul missile di Nainggolan dalla distanza, che vede partire troppo tardi, può poco e niente. Sugli altri tre gol, però, complici anche i difensori, avrebbe potuto fare di più.

Thorsby 4,5 – Confermato nel nuovo ruolo di terzino da Ranieri, disputa un buon primo tempo ma crolla nel secondo. Sul primo gol di Joao Pedro fa la frittata insieme a Ferrari lasciando partire il cross dalla destra, mentre sul secondo si perde completamente il brasiliano in marcatura. Anche sul 4-3 finale avrebbe potuto arginare meglio.

Ferrari 4,5 – I clienti di giornata non erano esattamente dei migliori, ma il centrale blucerchiato sembra reggere bene l’urto, almeno fino a metà ripresa. Pasticcia sul primo gol di Joao Pedro, lasciandolo battere a rete, poi salta a vuoto lasciando segnare Cerri per il 4-3 che all’ultimo respiro regala la vittoria al Cagliari.

Colley 5 – Nelle chiusure palla a terra è quasi sempre pulito ma, nonostante la stazza, patisce i numerosi cross degli avversari che arrivano dalla trequarti. Nel secondo tempo stende ingenuamente Simeone e rischia di far segnare Nainggolan su punizione. Si fa ammonire ingenuamente nel finale.

Murru 6 – Dei quattro di difesa, è quello che sembra reagire meglio atleticamente e tatticamente alle incursioni avversarie. Sufficienza rosicchiata.

Ramirez 7 – Fa a spallate con la difesa del Cagliari, serve col contagiri i compagni e s’intende a meraviglia con Quagliarella. Poi decide di bagnare il suo ventinovesimo compleanno con un mancino dei suoi, firmando il 2-0 e lasciando di stucco Rafael (dal 32′ s.t. Caprari 5,5 – Entra e dimostra caparbietà, provando a ripartire con giocate di qualità, ma ha poco tempo per rendersi utile)

Ekdal 6 – Altra prova di grande sostanza, alla quale siamo ormai abituati. Costruisce e ostruisce, guadagnando falli e facendo rifiatare la squadra. Leader del centrocampo, anche se non una delle sue partite migliori (dal 29′ s.t. Linetty 5,5 – Si guadagna qualche fallo prezioso nel finale, ma nulla più)

Vieira 5,5 – Ancora qualche errore di troppo legato alla giovane età e all’inesperienza. Ha ampi margini di miglioramento, ma la sufficienza è rimandata.

Jankto 5 – Prova anonima del ceco, che pare spesso avulso dalla manovra di gioco blucerchiata.

Gabbiadini 6 – Non una grande prova, quella dell’attaccante blucerchiato, ma comunque di sostanza. Decisivo nel guadagnarsi il rigore, poi trasformato da Quagliarella (dal 35′ Rigoni 5,5 – Ripartenze sprecate e un paio di palloni persi, deve essere più determinato)

Quagliarella 7,5 – Firma l’1-0 (ancora su rigore) e serve l’assist per il raddoppio di Ramirez. Nel primo tempo sfiora un gol-capolavoro in rovesciata, ma Rafael gli dice di no: rimedia al 70′ con un gol al volo di pregevole fattura. Grandi segnali di ripresa e gara di lotta dall’inizio alla fine: sta tornando il vero Quagliarella?