Connettiti con noi

News

Calcio femminile, fenomeno che sta prendendo il volo in tutto il mondo

Pubblicato

su

Il calcio femminile continua a guadagnare terreno e popolarità in Italia, come dimostrato anche dall’ultima puntata del Social Football Café, meetup virtuale dedicato agli esperti e agli addetti ai lavori del settore calcio della nostra penisola, che ha visto intervistata Regina Baresi, ex giocatrice dell’Inter, a fianco di Danila Bavastro, Communication e Social Media Manager.

Le due hanno discusso i problemi relativi alla diffusione del calcio femminile e quelle legati alla presenza mediatica, soprattutto se paragonate con la controparte maschile.

Crescita rapida nel mondo, opportunità da cogliere al volo

 Regina Baresi ha iniziato la discussione spiegando come questi ultimi anni siano stati una manna dal cielo per il calcio femminile, prima con la creazione delle squadre di Inter, Juventus e Milan e dopo poco con il grande successo ottenuto dalla Nazionale azzurra femminile ai Mondiali di Francia. Questi due avvenimenti hanno rappresentato i fattori principali alla base della rapida crescita di questo sport nel nostro Paese e non solo, dato che sono milioni i fan delle squadre italiane di Serie A sparsi nel mondo. Baresi spera dunque che questo successo sia solo l’inizio, porti a ulteriori investimenti, sia da parte della Federazione Italiana Calcio che dalle singole squadre, e magari qualche sponsor.

Visibilità mediatica, il calcio femminile deve migliorare

Nonostante il settore femminile stia guadagnando terreno sia su Internet che nei palinsesti delle televisioni nazionali, la sua presenza mediatica presenta ancora molte lacune che, secondo quanto dichiarato da Danila Bavastro, vanno riempite velocemente per non perdere quanto costruito sino ad ora.

Nota positiva è il fatto che le partite di calcio femminile siano ora incluse sui siti dei bookmaker online, come ad esempio la famosa casa di scommesse Codere, poiché questo aumenta di molto la visibilità degli eventi in corso a livello mondiale.

Bavastro ha fatto notare come i mancati diritti TV per le partite siano un problema importante per la crescita del settore e la firma di un contratto con un ente mediatico sarebbe di enorme aiuto.

Comunicazione da ampliare e pregiudizi da sfatare

Uno dei pregiudizi principali rimane quello che vede il calcio come uno sport pensato per gli uomini e spinge molte famiglie a non iscrivere le proprie figlie alle scuole di football. Regina Baresi sta lavorando da tempo per aiutare le giovani che vogliono provare a costruire una carriera nel mondo del calcio, cercando di combattere queste convenzioni sociali e riscontra tutti i giorni, sia sul campo che sui social, quanto siano radicate nella cultura italiana. La calciatrice infatti mantiene aperta una linea diretta con le proprie fan tramite i social network e fornisce consigli sia sul calcio che su altri temi.

Danila Bavastro ha invece spiegato come la comunicazione, sia online che di persona, nelle scuole e sui campi da calcio, debba diventare uno dei punti focali nei piani di sviluppo del calcio femminile: l’idea è quella di utilizzare lo sport per condividere valori di unità e inclusività, oltre a sacrificio e rispetto per gli altri. La Communication Manager ha toccato anche il punto dolente degli sponsor, aggiungendo che il mondo del calcio femminile potrebbe raggiungere un pubblico più ampio e molto diverso rispetto a quello maschile.

Il futuro per la Sampdoria Women

 Da poche settimane anche la Sampdoria ha presentato la propria squadra femminile. Il futuro del team è roseo e la società ha sottolineato il proprio impegno a voler costruire una squadra competitiva che possa puntare al titolo italiano.

Il calciomercato estivo è partito in quarta grazie all’acquisto del difensore Giorgia Spinelli, svincolata dal Milan dopo alcune ottime stagioni.

Il calcio femminile continuerà sicuramente a crescere nei prossimi anni come fanno prevedere le ultime statistiche, che hanno visto aumentare rapidamente il numero dei fan e dei tifosi.