Caprari deludente contro l’Udinese: è un problema di ruolo

caprari sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Contro l’Udinese un’altra prova sottotono da parte di Caprari: il numero 9 blucerchiato non sembra trovare la propria collocazione tattica in squadra

Una convocazione in Nazionale, seppur per uno stage, dovrebbe essere una delle notizie più belle di tutte per un calciatore, una di quelle novità che gonfia il petto d’orgoglio e che fa correre a cento all’ora la domenica in campo. Caprari, forse, non è però fatto proprio così: lui la Nazionale l’ha ottenuta e parteciperà al raduno di Coverciano a fine aprile, ma il suo momento alla Sampdoria sembra essere tutt’altro che positivo: anche ieri, contro l’Udinese, il numero 9 non ha certamente brillato, anzi: la sua prova da seconda punta è stata piuttosto fiacca, con diversi errori di realizzazione e di pensiero, oltre all’occasione sprecata su bellissimo assist di Quagliarella nel primo tempo.

Se si eccettua il gol contro il Benevento, Caprari non segna infatti da quasi un girone, dalla partita casalinga contro il Crotone terminata 5-0 per i blucerchiati. Da allora, un periodo di buio e di panchine, di apparizioni confortanti alternate a gare giocare senza lasciare il segno. Il grosso problema di Caprari è che nella Sampdoria sembra per lui non ci sia una perfetta collocazione tattica: sulla trequarti si trova adattato, defilato sulla fascia non può giocare perché il modulo di Giampaolo non lo prevede e accanto alla prima punta sembra troppo vicino alla porta, troppo poco libero di trovare spazi nei quali far valere la sua velocità e il suo dribbling. Un problema che l’allenatore doriano dovrà cercare di risolvere il prima possibile, perché l’apporto di un giocatore importante come Caprari sarà fondamentale, da qui a fine campionato, per poter raggiungere l’Europa.