Caprari scalda i motori: a Bergamo di nuovo sulla trequarti

caprari sampdoria
© foto Db Trento 28/07/2018 - amichevole / Parma-Sampdoria / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Gianluca Caprari

Caprari è completamente ristabilito e pronto per la trasferta di Bergamo: Giampaolo vuole affidargli ancora la trequarti

Nelle partite giocate dalla Sampdoria contro Inter e Cagliari è mancata molto, sulla trequarti, la brillantezza di Gianluca Caprari. L’attaccante classe ’93, adattato nel ruolo da Giampaolo con risultati discreti la scorsa stagione, in questo campionato ha dimostrato di poter essere utile eccome alla causa blucerchiata, segnando già due reti e dando vivacità al reparto avanzato. L’infortunio rimediato durante il match con la Fiorentina lo ha costretto a due tribune consecutive, permettendogli di tornare in campo solo lunedì sera contro la Spal per una mezz’ora scarsa di gioco, ma per la trasferta di Bergamo l’ex Pescara dovrebbe essere pienamente recuperato.

La sensazione che trapela dagli allenamenti della Sampdoria a Bogliasco è peraltro non solo che Caprari sia completamente ristabilito e arruolabile, ma che Marco Giampaolo stia pensando di affidargli le chiavi della trequarti blucerchiata nuovamente da inizio partita. Gaston Ramirez è ancora alle prese con il fastidio muscolare che lo sta tormentando da inizio stagione, mentre Riccardo Saponara ha ancora bisogno di tempo per poter rientrare fra i convocati. Con ogni probabilità perciò Dennis Praet – con poca soddisfazione, data la sua preferenza per il ruolo di trequartista – potrebbe essere spostato nuovamente a centrocampo, alternandosi durante la partita con Karol Linetty – fresco di convocazione con la Polonia -, lasciando appunto agire il numero 17 blucerchiato dietro le punte, che saranno come sempre Fabio Quagliarella e Gregoire Defrel.

Articolo precedente
audero quagliarella derby calcio balillaIl primo derby della stagione è a calcio balilla: chi ha vinto? – VIDEO
Prossimo articolo
sampdoria plusvalenzeAtalanta-Samp è sfida di plusvalenze: che numeri!