Cessione Samp, ora c’è fretta. Ferrero chiama Giampaolo e Montella

Ferrero Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente vuole vendere Praet per definire la cessione societaria. Intanto chiama i tecnici di Milan e Fiorentina per informarsi

Le dichiarazioni di Massimo Ferrero a margine del sorteggio del calendario di Serie A hanno spaventato nuovamente l’ambiente blucerchiato, che da settimane è in attesa del closing con il gruppo guidato da Gianluca Vialli. Come riporta il Secolo XIX, però, l’impressione è che il presidente della Sampdoria abbia voluto inscenare l’ennesimo teatrino davanti alle telecamere per nascondere l’agitazione e le pressioni di questi ultimi giorni.

Non sono da sottovalutare i numerosi indizi che emergono. Il più importante riguarda la fretta di cedere Dennis Praet (nel cui contratto non c’è alcuna clausola, come erroneamente dichiarato dallo stesso Ferrero). Il centrocampista belga è finito nel mirino di Leicester, che in settimana formulerà la prima offerta ufficiale, e Milan, che invece vorrebbe uno sconto sul prezzo del cartellino. Vendere Praet a breve significherebbe aggiungere ancora qualche milione alla proposta economica di Vialli, come avvenuto per il passaggio di Joachim Andersen al Lione.

C’è un curioso retroscena che racconta perfettamente l’inquietudine di Ferrero. Il patron blucerchiato ha chiamato nei giorni scorsi Marco Giampaolo e Vincenzo Montella, suoi ex allenatori ora sulle panchine di Milan e Fiorentina. Il motivo? Chiedere informazioni sul reale interesse per Praet e le eventuali tempistiche. Gli allenatori non hanno potuto dare certezze, così ieri Ferrero ci ha provato anche con il collega rossonero Paolo Scaroni. Insomma, è strano che un presidente debba rincorrere le altre società per cedere uno dei giocatori migliori della propria rosa.