Chi è Leris, il talento di provincia che vuole conquistare la Serie A

Leris Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Dagli esordi in un piccolo sobborgo francese al palcoscenico della Serie A: la rivincita del talentuoso Leris passa dalla Sampdoria

Il futuro di Mehdi Leris sarà ancora in Serie A dopo la retrocessione del Chievo. Per lui si sono aperte le porte della Sampdoria, che ha individuato nel talentuoso centrocampista classe ’98 le qualità ideali per sostituire il belga Dennis Praet, ceduto al Leicester a poche ore dalla chiusura del calciomercato inglese. Per caratteristiche si sposa appieno con il 4-3-3 adottato da Eusebio Di Francesco nel corso del precampionato, ma ciò che risalta è la sua duttilità sul terreno di gioco: dotato di ottima tecnica, corsa e prestanza fisica nasce mediano ma può ricoprire i ruoli di prima o seconda punta, trequartista ed esterno, schierandosi come terzino, ala e mezzala. Prezioso anche in fase di non possesso, difficilmente si fa trovare impreparato o fuori posizione né risparmia gli avversari da un pressing assiduo. Uno dei maggiori difetti, che però accomuna molti giovani calciatori, è la poca costanza di rendimento durante l’arco della stagione.

Tra i pilastri del calcio mondiale venera Ronaldinho e Zinedine Zidane, al quale è affine per svariate coincidenze che appartengono alla sua vita privata e calcistica. Di origini franco-algerine (madre algerina e padre spagnolo), Leris è nato a Mont de Marsan, piccolo sobborgo a Est della Francia, e ha militato nella Juventus durante la stagione 2016/17 senza poi essere riscattato: con la Primavera bianconera ha collezionato dieci reti e cinque assist in 33 presenze fino alle semifinali delle Final Eight. A scoprirlo, però, è stato il Chievo. Era il 2013, Leris stava disputando la Coppa di Francia Under 15 a Parigi con l’Aquitane, una rappresentativa regionale. Grazie all’intuizione dell’ex direttore sportivo Maurizio Costanzi e alla tolleranza dei genitori, inizialmente contrari a un trasferimento tanto precoce, Leris ha messo radici in Italia.

Dalla Coppa Italia vinta in panchina con la Juventus all’esordio in Serie A con il Chievo del 9 settembre 2017, all’“Allianz Stadium” proprio contro la sua ex squadra. Chiuso un cerchio, se n’è riaperto un altro. Ha conquistato la fiducia dell’allora tecnico gialloblù Rolando Maran e si è ritagliato uno spazio importante all’interno della rosa nel corso della passata stagione, dimostrandosi pronto per un salto di qualità che finalmente è arrivato. La Sampdoria ha chiamato, Leris ha risposto presente. Ora non resta che far parlare il campo.