Cinque anni di digiuno: Quagliarella ha fame di Bologna

giampaolo Quagliarella
© foto www.imagephotoagency.it

Quagliarella a secco dal 2012, pronto a mordere contro il Bologna: il blucerchiato assieme a Zapata per frantumare la difesa dei rossoblù

Mai più una gara come quella contro l’Udinese, questo l’obiettivo dei blucerchiati oltre a voler dimostrare che, in trasferta, la Sampdoria può essere micidiale e letale come tra le mura del Ferraris. I blucerchiati sono la miglior squadra del campionato, al netto delle cinque sorelle che combattono per i posti validi per lo scudetto e la Champions League; Giampaolo arriva al match contro il Bologna dopo aver sconfitto una corazzata come la Juventus e le aspettative sono molto alte. L’obiettivo di primaria importanza è confermare la classifica e, secondariamente, rimarcare la propria identità. L’organico blucerchiato, in uno stato di forma invidiabile a parte la situazione relativa a Praet, dovrà competere contro i ragazzi di Donadoni reduci dalla vittoria contro il Verona.

In attacco nessun dubbio su chi verrà schierato: Zapata e Quagliarella sono i maggiori indiziati per iniziare la gara dal primo minuto di gioco. Il colombiano ha realizzato la sua unica rete contro i rossoblù nel campionato 2015/16, ma anche il buon Fabio ha poche marcature contro il Bologna. Dodici precedenti in carriera, solo due gol: il primo nella stagione 2009/10 con la maglia del Napoli, quando a difendere la porta rossoblù c’era Viviano. La seconda seconda ed ultima rete arriva con la maglia della Juventus nella stagione 2012/13: ben cinque anni di digiuno per l’attaccante blucerchiato che sabato arriverà alla sua 110 presenza con la maglia della Sampdoria.