Colucci: «Giampaolo ha studiato Guardiola, la Samp gioca già a memoria»

Giampaolo
© foto www.imagephotoagency.it

Il bel gioco, la meticolosità negli allenamenti e l’organizzazione delle squadre di Marco Giampaolo non sono certamente aspetti nuovi per Leonardo Colucci, attuale tecnico della Reggiana con un passato intrecciato a quello dell’attuale mister blucerchiato. I due si conoscono già dai tempi di Cagliari (stagione 2006-2007), quando uno giocava in campo e l’altro dava indicazioni dalla panchina. Colucci, una volta appesi gli scarpini al chiodo, ha deciso di intraprendere la carriera da allenatore e ha ritrovato Giampaolo a Cesena, facendogli da vice

Ai taccuini de Il Corriere di Bologna, l’ex giocatore e allenatore del Settore Giovanile felsineo, ha commentato così il calcio del suo mister preferito e in particolare quello della Samp: «Le squadre di Marco si difendono attaccando. Giampaolo ha studiato Guardiola, mirando ad un calcio basato sul palleggio. Pretende molto dai giocatori in campo – racconta – ma fuori li lascia liberissimi. La Samp gioca già a memoria, con movimenti corali di grandi personalità come Muriel, Quagliarella, Alvarez e questo non è un caso, come non lo è il fatto che Giampaolo sia stato cercato da Juve, Milan e Roma».