Crotone-Sampdoria, le pagelle: Maroni incanta, difesa in alto mare

Sampdoria Ranieri pagelle Murillo
© foto Twitter

Crotone-Sampdoria, le pagelle: Maroni incanta, Bereszynski delude. Ma tutta la difesa è da rivedere

CROTONE-SAMPDORIA: GLI HIGHLIGHTS
CROTONE-SAMPDORIA: TUTTE LE EMOZIONI

Audero 6,5 – Un’unica parata degna di nota nel primo tempo del match, provvidenziale siccome impedisce al Crotone di raddoppiare. È incolpevole sul primo gol, Molina lo ipnotizza con una conclusione chirurgica. Nella seconda frazione di gioco si fa trovare pronto e salva il risultato.

Bereszynski 5 – Un primo tempo decisamente rivedibile per il terzino polacco. Un errore in fase di marcatura permette il gol del vantaggio del Crotone. Nel secondo tempo macchia la sua prestazione con una serie di interventi imprecisi e un’ammonizione ingenua. L’unica nota positiva è l’assist per il 3-1 firmato da Maroni.

Colley 5,5 – Nel primo tempo offre una prestazione incolore rischiando addirittura un calcio di rigore. Da segnalare il colpo di testa che avrebbe potuto propiziare il pareggio. Decisamente impreciso anche nel secondo tempo, con qualche scelta di intervento rivedibile.

Murillo 5,5 – Come il collega di reparto, il difensore centrale sembra faticare parecchio nella prima frazione di gioco. Cresce lentamente nella ripresa.

Murru 6 – Della difesa è quello che sembra più in palla. Si guadagna il rigore che permette alla Sampdoria di passare in vantaggio, ma si mostra ingenuo in occasione di un presunto tocco di mano in area di rigore. Fortunatamente per lui l’arbitro Sacchi non indica il dischetto.

Linetty 6,5 – Sicuramente il migliore del primo tempo blucerchiato. Si propone, cerca di creare gioco e offre soluzioni offensive agli attaccanti. Si conferma anche nella ripresa (dal 40′ s.t. Gabbiadini s.v.).

Vieira 6 – Deve mettere ordine a centrocampo, ma fa parecchia fatica. Prezioso l’assist per Caprari. Nel corso del secondo tempo va a coprire il ruolo di mezzala, ruolo non suo dove comunque non sfigura.

Jankto 5 – Non incide minimamente nel corso del primo tempo. Si innervosisce nella ripresa e colleziona il primo giallo tra i blucerchiati. Dopo il cambio tra Ramirez e Ekdal, viene spostato esterno d’attacco, ruolo dove non si mette in luce.

Ramirez 5 – Un primo tempo incolore per l’uruguaiano, che non sembra essersi ancora adattato al nuovo ruolo propostogli da Di Francesco. Scompare nel secondo tempo non partecipando in maniera considerevole alla manovra d’attacco blucerchiata (dal 25′ s.t. Ekdal 6 – La solita prestazione ordinata e corretta).

Quagliarella 6 – L’unica opportunità in avanti che sa crearsi non la sfrutta, ma la rovesciata è stilisticamente apprezzabile. Realizza poi il gol del vantaggio su rigore.

Caprari 6 – Dopo una serie di tentativi infruttuosi, si fa perdonare piazzando la rete del pareggio con una giocata di assoluto valore tecnico. Nel secondo tempo incide meno (dal 14′ s.t. Maroni 7 – Nemmeno il tempo di fare il proprio ingresso in campo che il giovane esterno trova il tocco vincente. Sfortunato per l’infortunio nel finale di gara).