Connettiti con noi

News

Pagelle Sampdoria-Torino: Verre sale in cattedra, Falcone perfetto

Pubblicato

su

Pagelle Sampdoria-Torino: Verre sale in cattedra e nel secondo tempo piazza il gol della vittoria, ottima partita per Falcone

Falcone 7 – Primo tempo impeccabile per il portiere della Sampdoria che non fa rimpiangere Audero. Tre parate decisive che salvano il risultato, una delle quali al termine del primo tempo sul tiro potente di Mandragora. Nel secondo tempo del match non viene quasi mai chiamato in causa.

Dragusin 6 – Non perfetto. Anzi, qualche errore di troppo che favorisce le ripartenze o gli inserimenti dei calciatori del Torino. Nella ripresa cerca di mettere un po’ più di ordine a destra sebbene il Torino pressi con insistenza dal suo lato. Alterna cosa pregevoli ad altre rivedere. Cerca di farsi vedere anche in avanti.

Ferrari 6 – Quel pallone perso in difesa che propizia l’azione da gol del Torino, sventata solo da una grande parata di Falcone, grida vendetta. Migliora nella seconda frazione di gioco soprattutto dall’ingresso di Colley che gli dà più sicurezza.

Chabot 5.5 – Troppo fisico, ma allo stesso tempo è la fisicità che mette in crisi il Torino. Si mette in tasca Zaza per tutto il primo tempo, poi nella seconda frazione di gioco sbaglia tutto su Linetty e causa il calcio di rigore del pareggio dei granata. (69′ Colley 6 – D’Aversa lo butta in campo per consolidare il risultato, mette ordine).

Murru 6 – Non sbaglia nulla nella prima frazione di gioco. Nel secondo tempo si prende un giallo evitabile, ma tiene bene il campo senza sbavature.

Depaoli 6.5 – Quando si tratta di giocare più offensivamente non c’è problema, anzi. È merito dell’esterno se arriva il vantaggio per la Sampdoria dato che ottiene il calcio di rigore poi realizzato da Quagliarella. Fa il suo anche nella seconda frazione di gioco senza sfigurare

Thorsby 6.5 – È compito suo far girare il centrocampo e il calciatore norvegese non si tira mai indietro, nemmeno quando con il naso sanguinante resta in campo in un momento in cui la Sampdoria è in sofferenza. D’Aversa sceglie di toglierlo all’intervallo anche per non sovraccaricarlo in vista del Venezia (45′ Adrien Silva 6 – Solita qualità a centrocampo, prende ottimamente le redini della partita).

Askildsen 6 – Primo tempo di sostanza e qualche errore per il giovane norvegese, si appoggia spesso sul connazionale Thorsby quando si tratta di costruire ma si mette in luce per qualche ottima idea offensiva. Nel secondo tempo tira fuori anche un discreto carattere per non farsi mangiare in testa dagli avversari. Ringhia anche contro Rincon.

Ciervo 6.5 – Intraprendenza e imprecisione. I compagni di squadra lo rimproverano, ma allo stesso lo incoraggiano a continuare a provare. Lui non si risparmia. Nella seconda frazione di gioco cresce in intensità ed è suo l’assist per il gol del vantaggio di Verre (69′ Candreva 6 – L’esterno entra quando la Sampdoria deve blindare il risultato e fa il suo).

Verre 7 – Tanta sostanza nel primo tempo del match, in posizione più offensiva rende di più che da esterno di centrocampo. Nel secondo tempo del match cresce esponenzialmente in fase offensiva. Il cioccolatino servitogli da Ciervo gli permette di siglare la rete del 2-1. (79′ Gabbiadini – Entra per creare un po’ di ansia alla difesa granata)

Quagliarella 6.5 – Freddo dal dischetto non sbaglia e porta la Sampdoria in vantaggio. Buona l’idea di provare a prendere alla sprovvista Berisha con un pallonetto, peccato che la posizione non lo favorisca. Nel secondo tempo non ha nessuna occasione rilevante (70′ Caputo 6 – Entra in campo e prova subito a mettere in difficoltà gli avvversari, quantità).