Coronavirus, l’Italia è di nuovo arancione: cosa si può fare e cosa no

Iscriviti
Coronavirus Conte
© foto www.imagephotoagency.it

Coronavirus, l’Italia torna arancione da oggi e per i giorni 28, 29 e 30 dicembre oltre che il 4 gennaio: cosa si può fare e cosa no

Da oggi, lunedì 28 dicembre, l’Italia tornerà in zona arancione. Per la giornata di oggi e i giorni 28, 29, 30 dicembre oltre che il 4 gennaio il Paese cambia colore e con esso cambiano anche le restrizioni anti Coronavirus.

VISITE AI PARENTI E SPOSTAMENTI – In questi giorni di zona arancione ci si può spostare liberamente all’interno dei Comuni, sarà quindi possibile andare a fare visita ad amici e parenti. Come per gli altri giorni sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici anche in un comune diverso, ma sempre restando nella stessa Regione. Permane il classico limite orario tra le 5 e le 22 per tutti gli spostamenti eccetto per motivi di necessità o di lavoro.

NEGOZI E RISTORANTI – I negozi saranno aperti, ma resteranno chiusi i bar e i ristoranti a cui è consentito il servizio di asporto e delivery. È consentito visitare i luoghi di culto, sempre rispettando l’orario del coprifuoco.

ATTIVITA’ ALL’APERTO – Sono consentite le passeggiate e le attività motorie, ed è possibile raggiungere parchi e giardini pubblici all’interno del proprio Comune o, in assenza di questi, quelli del comune limitrofo più vicino a casa, ma sempre con divieto di assembramento nel rispetto del coprifuoco.

SPOSTAMENTI EXTRA – È possibile spostarsi anche tra regioni differenti, ma solo per partecipare a funerali di parenti stretti.