Ferrero: «Sono l’uomo più penalizzato d’Italia»

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Massimo Ferrero ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito alla gestione dell’emergenza Coronavirus in Serie A

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, intervenuto ai microfoni di Rai Radio 1 in occasione della trasmissione ‘Un Giorno da Pecora‘, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito all’emergenza Coronavirus in Serie A. Le sue parole.

LEGGI ANCHE – Lega Serie A, via libera ai fondi: vince CVC Capital Partners

QUESTIONE STADI – «Mille persone allo stadio? Una cosa che non ho mai capito. Ci sono dei professoroni che fanno una cosa che non si può dire, paragonano le discoteche agli stadi. Ma se all’Olimpico metti 20mia persone in uno stadio da 70mila non le vedi nemmeno. Lo stadio Marassi di Genova porta 45mila persone, se ne fai entrare 15mila non le vedi. Dobbiamo riportare le gente allo stadio».

AIUTI RICEVUTI – «Io sono l’uomo più penalizzato d’Italia, perché ho i miei interessi nel calcio e nei cinema. Per cultura e sport lo Stato non dà niente».