Dalla Samp all’Arsenal: i retroscena di Torreira

torreira arsenal
© foto Twitter

Torreira si gode l’ottimo momento che sta vivendo all’Arsenal e svela cosa l’ha convinto a scegliere la Premier League

Il cammino di Lucas Torreira nell’Arsenal è iniziato in sordina, ma oggi è tra i giocatori più amati dai tifosi per le prestazioni e i gol realizzati. Dal Pescara in Serie B fino alla Premier League, passando per la Sampdoria che lo ha fatto diventare il centrocampista completo che conosciamo oggi. Torreira avrebbe potuto restare in Serie A, perché erano tante le squadre interessate ma un episodio l’ha convinto a scegliere l’Inghilterra: «Alla fine della mia ultima stagione alla Sampdoria c’erano molte squadre di cui si parlava – conferma il centrocampista ai media dell’Arsenal -. Non avrei mai immaginato di venire in Inghilterra, perché si parlava principalmente di club italiani. Prima di partire per la Coppa del Mondo, ho ricevuto una chiamata da Emery, è stata una grande sorpresa per me. Sapevo di essermi guadagnato il riconoscimento per tutto il mio duro lavoro e per quello che avevo fatto alla Samp. Quella telefonata mi ha reso un uomo felice. Mi ha permesso di concentrare tutta la mia attenzione sulla nazionale e sulla Coppa del Mondo. Sono davvero orgoglioso di far parte di una squadra così importante. Con l’inglese non è stato facile. Sono fortunato perché l’allenatore è spagnolo e lo staff tecnico lo parla, quindi questo mi rende le cose più facili perché mi spiegano le cose in spagnolo. Non è stato facile neppure adattarsi al calcio qui: l’intensità, il tempo e la qualità delle partite. Alla Sampdoria ero abituato a giocare in Serie A e in Coppa Italia, mentre ora sono coinvolto in quattro competizioni».